Widgets Magazine
14:24 23 Ottobre 2019
Grecia e UE, ancora insieme?

Grecia, cruciale per UE rispettare gli impegni

© AP Photo / Petros Giannakouri
Politica
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Da Berlino ci si aspetta l'implementazione delle riforme entro l'autunno, anche se da Bruxelles non perviene nessuno stupore per la decisione politica di Tsipras, che ieri ha presentato le sue dimissioni da premier del governo greco.

La Commissione europea "non è sorpresa" dalla decisione del premier greco, Alexis Tsipras, di chiedere elezioni anticipate e "non è inquieta" per l'attuazione delle riforme concordate da Atene con i creditori. Lo ha dichiarato oggi una portavoce della commissione europea, Annika Breidthardt, che ha precisato come la Commissione "rispetta la decisione del premier Alexis Tsipras di organizzare un consulto elettorale in tempi brevi". Ci sarebbero state "numerose telefonate tra il presidente Juncker, il primo ministro Tsipras e il presidente Pavlopoulos." ha aggiunto la portavoce, che, incalzata ulteriormente sulle prospettive delle riforme in Grecia, ha ricordato che "molti partiti di opposizione hanno votato a favore e che "dopo la decisione del governo greco e il voto del parlamento, non occorre una nuova decisione politica affinchè esse vengano portate a termine".

Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel non considera le dimissioni del primo ministro greco Alexis Tsipras come un problema, ma le ritiene un passo verso la soluzione della crisi. Lo ha riferito la presidente brasiliana Dilma Rousseff, dopo aver ricevuto la Merkel a Brasilia.

"Le dimissioni non fanno parte della crisi, ma della soluzione" — ha riferito la cancelliera alla presidente brasiliana secondo i media brasiliani — Tsipras ricostruirà il suo governo, per questo ha rinunciato".

Tuttavia, la Germania si aspetta che la Grecia implementi tutte le riforme concordate in cambio del programma di aiuti da 86 miliardi di dollari.

"Il programma è stato concordato con il governo greco — dice il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert — e dura tre anni. Questo non è cambiato": "Il governo federale — aggiunge — così come tutti gli altri governi, si aspettano l'implementazione delle riforme e delle misure concordate nel programma".

Berlino inoltre mette in guardia Atene e ricorda che eventuali ritardi nel realizzare le riforme porteranno a ritardi nel pagamento dei prestiti.

"Ci aspettiamo — prosegue Juerg Weissgerber, portavoce del ministero delle Finanze — che le riforme concordate siano implementate in autunno. Se ci saranno ritardi questo significherà che ci saranno ritardi anche nel pagamento dei prossimi aiuti".

Sulla stessa linea, Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Erogruppo alla tv olandese Nos:

"E' cruciale che la Grecia rispetti gli impegni presi verso l'eurozona". "Ricordo, ha aggiunto, che c'era ampio sostegno nel parlamento greco per il nuovo programma e il pacchetto di riforme", quindi "spero che le elezioni porteranno a un ulteriore sostegno". Dijsselbloem si augura che "le elezioni in Grecia si tengano il prima possibile" per "evitare che il programma di salvataggio sia rinviato". 

Correlati:

Grecia, capo di Stato propone al leader dell'opposizione di formare il nuovo governo
Grecia verso le elezioni anticipate in autunno
Macedonia proclama stato d’emergenza al confine con la Grecia
Tags:
Dimissioni di Tsipras, Alexis Tsipras, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik