08:19 24 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
17438
Seguici su

Il ministero degli Esteri ucraino ha inviato alla Farnesina una nota di protesta a seguito di una mappa geografica esposta nel padiglione della Russia all'EXPO di Milano, in cui la Crimea viene raffigurata all'interno della Federazione Russa.

Kiev ritiene che Milano, in qualità di organizzatore della fiera internazionale "EXPO 2015", debba controllare il contenuto del padiglione della Russia.

Nella nota di protesta si afferma che tali "provocazioni" costituiscono una minaccia per l'integrità territoriale dell'Ucraina e danneggiano la reputazione internazionale dell'Italia in qualità di organizzatore della mostra.

Inoltre il ministero degli Esteri ucraino sostiene che l'apparizione di tali mappe violi la convenzione delle Esposizioni Internazionali, che obbliga le autorità del Paese ospitante a controllare il contenuto delle esposizioni dei partecipanti, nonché a monitorare l'uso corretto delle indicazioni geografiche.

Kiev ha promesso di denunciare la vicenda all'Ufficio internazionale delle Esposizioni, la cui sede è a Parigi.

La fiera internazionale "EXPO 2015" si svolge a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre. All'apertura della mostra era stato presente il presidente russo Vladimir Putin. Quest'anno l'Ucraina non è presente all'evento.

Tags:
Politica Internazionale, Expo 2015, Ministero degli Esteri, Crimea, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik