10:23 19 Gennaio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-8°C
    Panagiotis Lafazanis

    Syriza si spacca. Nasce Unità Popolare

    © AP Photo/ Yorgos Karahalis
    Politica
    URL abbreviato
    331

    Guidata dall'ex ministro dell'Energia, Panagiotis Lafazanis, con 25 deputati, dopo Syriza e Nuova Democrazia, è la terza forza politica nel parlamento greco.

    L'ala radicale di Syriza ha rotto gli indugi e annunciato oggi la formazione di un nuovo gruppo parlamentare, Unità Popolare (Lae), guidato dall'ex ministro dell'Energia Panagiotis Lafazanis.

    Lo riferisce il quotidiano ellenico Kathimerini. Sebbene la piattaforma possa contare su circa 40 parlamentari, per il momento aderiranno al nuovo partito in 25. Lae diventa così la terza forza politica nel parlamento ellenico, dopo Syriza e Nuova Democrazia.

    Ciò significa che il suo leader riceverà il mandato per formare un nuovo governo se dovesse fallire la missione ora affidata a Evangelos Meimarakis di Nuova Democrazia.

    "E' ovvio che se ci daranno il terzo mandato esplorativo, esauriremo tutte le opportunità per illustrare il potenziale dell'abolizione del memorandum", ha detto alla rete televisiva Megachannel uno dei 25 deputati, Kostas Isichos, riferendosi all'intesa con i creditori internazionali.

    Syriza rimane comunque il primo partito con 124 deputati, seguito da Nuova Democrazia con 76. Seguono i neonazisti di Alba Dorata e gli europeisti di To Potami, che hanno ciascuno 17 deputati.

    La rottura da parte dell'ala sinistra di Syriza era nell'aria sin da quando una parte del partito si è ribellata in luglio all'intesa raggiunta a Bruxelles con i creditori internazionali. Leader della Piattaforma di Sinistra, in seno a Syriza, il 63enne Lafazanis era stato scelto da Tsipras come ministro dell'Energia. E' stato poi destituito in quanto uno dei principali critici dell'accordo di Bruxelles, da lui definito "inaccettabile". Ex militante del partito comunista, è stato il portavoce parlamentare di Syriza nel precedente Parlamento.    

    Correlati:

    Grecia, capo di Stato propone al leader dell'opposizione di formare il nuovo governo
    Serbia sicura, nessun segnale dalla Grecia per il riconoscimento del Kosovo
    Angela Merkel non vuole salvare la Grecia senza il FMI
    Tags:
    Dimissioni, Syriza, governo, Panagiotis Lafazanis, Alexis Tsipras, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik