07:34 05 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
2411
Seguici su

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha consigliato agli Stati Uniti di studiare l'accordo tra la Russia e l'Iran sugli armamenti S-300 prima di parlare di sanzioni.

Il portavoce del Dipartimento di Stato USA John Kirby aveva dichiarato che Washington avrebbe esaminato se l'affare tra la Federazione Russa e l'Iran sui sistemi missilistici S-300 fosse stato in contrasto con le sanzioni degli Stati Uniti. Secondo Kirby, l'accordo tra la Russia e l'Iran sulla fornitura degli S-300 non è in contrasto le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ma l'amministrazione degli Stati Uniti ha espresso preoccupazione per la sua realizzazione. Secondo gli esperti, Washington potrebbe imporre nuove sanzioni contro le imprese russe, come ad esempio la "Rosoboronexport" e "Almaz-Antey" per ostacolare le fornirure dei sistemi missilistici antiaerei.

"Le sanzioni degli Stati Uniti non ci riguardano. Rispettiamo solo i nostri obblighi internazionali. In merito alle sanzioni, riguarda solo la decisione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Tutte le altre misure unilaterali che sono state introdotte per eludere il Consiglio di Sicurezza in violazione delle norme generali del diritto internazionale non ci interessano. Pertanto che i nostri colleghi americani esamino le carte, forse per loro sarebbe utile dedurre che non tutto corrisponde alla loro comprensione del diritto internazionale", — ha detto Lavrov ai giornalisti oggi in risposta alla richiesta di commentare le dichiarazioni della diplomazia americana.

Tags:
Il Ministero degli Esteri della Russia, Armi, Politica Internazionale, Sicurezza, Sanzioni, sanzioni antirusse, Missili S-300, Dipartimento di Stato, John Kirby, Sergej Lavrov, Iran, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook