07:34 24 Ottobre 2017
Roma+ 6°C
Mosca-3°C
    Presidente del Consiglio Matteo Renzi

    Renzi in Israele: La vostra sicurezza è la nostra sicurezza

    © REUTERS/ Francois Lenoir
    Politica
    URL abbreviato
    17404

    Il premier italiano ricevuto questa mattina dal presidente Reuven Rivlin: Con Israele stesse radici e stessa necessità di costruire il futuro. Poi alla Knesset: Anche se a volte la pensiamo diversamente, il vostro destino è il nostro destino.

    Secondo giorno di visita ufficiale per il premier italiano Matteo Renzi in Israele. Renzi, primo leader europeo ad incontrare le autorità israeliane dopo l'accordo sul nucleare civile iraniano, ha incontrato lo stesso tipo di obiezioni ricevuto ieri nel corso dell'incontro con il premier Benjamin Netanyahu: Teheran è una minaccia e Israele sta facendo di tutto per farlo capire al mondo.

    Questa la posizione confermata da Rivlin, che si è detto molto preoccupato per gli esiti del negoziato e per le dichiarazioni seguite all'accordo provenienti dall'Iran.

    "Idee diverse" come sono state diplomaticamente definite ieri dai rispettivi staff, mentre molto simili sono, a detta di Renzi e Rivlin, le similitudini ed i legami tra il popolo di Israele e l'Italia, ambasciatrice in questa occasione dell'intera Europa.

    "Sappiamo di avere molti problemi, molte difficoltà nel mondo ma anche grandi sfide. E queste danno una grande possibilità di cooperazione tra i nostri due Paesi".

    Queste alcune parole di Renzi, che ha ricevuto da Rivlin dei complimenti in qualche modo legati alle dichiarazioni di ieri. Se infatti il premier italiano aveva parlato di Israele come Paese del futuro, oggi il presidente Rivlin ha voluto omaggiare Renzi definendolo "uno dei leader del futuro, della nuova generazione".

    Poi l'atteso intervento alla Knesset, in cui Renzi ha ribadito che la sicurezza di Israele è la sicurezza dell'Europa. Poi riferendosi al "capolavoro assoluto del genio di Michelangelo" simbolo di Firenze, sua città natale, Renzi ha chiuso il suo intervento con un auspicio.

    "Mi piace pensare al David come simbolo che rappresenta della vostra cultura — ha detto il premier italiano — che è anche la nostra cultura. E pensare che come David ciascuno di noi è chiamato a vivere una vita di difficoltà e di sfide, ma è chiamato a vivere una vita in cui si possa essere in grado di portare i propri valori del passato per portarli verso il futuro. Noi — ha concluso Renzi — come popolo e come governo italiano guardiamo con affetto, riconoscenza e stima nei vostri confronti. Se possiamo in alcune circostanze non avere le stesse opinioni su tutto abbiamo la stessa opinione su un fattore fondamentale: il vostro destino è il nostro destino, la vostra sicurezza è la nostra sicurezza, insieme costruiremo un mondo più giusto, più bello, più uguale". 

    Correlati:

    Israele teme lo sviluppo nucleare in Iran
    Israele replica all'Iran
    Tags:
    Knesset, presidente israeliano Reuven Rivlin, Matteo Renzi, Israele
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik