06:15 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    Presidente iraniano Hassan Rohani

    Nucleare, Rohani: Nessuna resa, abbiamo vinto

    © AP Photo/ Ebrahim Noroozi
    Politica
    URL abbreviato
    0 22460

    Le considerazioni del presidente iraniano nel corso della seduta di gabinetto trasmessa in TV all'indomani dello storico accordo siglato a Vienna.

    Ne è convinto Hassan Rohani: l'accordo raggiunto a Vienna con i 5+1 sul nucleare civile è una vittoria politica per l'Iran.

    "Nessuno può dire che ci siamo arresi",

    ha affermato Rohani nel corso della prima seduta di gabinetto post-accordo tenutasi a Teheran e trasmessa dalla TV di Stato del Paese.

    La vittoria più importante, secondo il parere espresso dal presidente iraniano, è che Teheran sostanzialmente non è più considerata un pericolo per il mondo.

    "L'accordo — ha detto Rohani — è una vittoria tecnica, politica e legale dell'Iran, che non sarà più definito una minaccia mondiale".

    Rohani, che nel primo pomeriggio di ieri aveva parlato sul proprio profilo Twitter di "nuovo capitolo verso la crescita e lo sviluppo dell'Iran" ha ribadito ieri la convinzione che nessun accordo è perfetto aggiungendo che "è sempre necessario un compromesso". Poi l'ammissione, nel passaggio del suo intervento in cui il presidente iraniano conferma che ci sono stati momenti della trattativa in cui si è dubitato che il tavolo potesse saltare.

    Adesso tecnicamente ci vorranno 4 mesi, come sostenuto dal ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif, rientrato a Teheran questa mattina, per l'attuazione dell'accordo.

    "Prenderemo le misure che ci spettano — ha dichiarato Zarif al suo arrivo nella capitale — e loro faranno la propria parte". 

    Correlati:

    Obama: senza Russia accordo con Iran sarebbe stato impossibile
    Iran: raggiunta l’intesa sul nucleare
    Tags:
    energia nucleare, Accordo nucleare, armi nucleari, Colloquio, presidente Hassan Rohani, Iran
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik