09:12 21 Novembre 2017
Roma+ 8°C
Mosca0°C
    Ex premier ucraino Mykola Azarov

    L'ex premier dell'Ucraina Azarov racconta i miti con cui Kiev “zombizza” la gente

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Politica
    URL abbreviato
    0 1145333

    L'ex primo ministro ucraino Mykola Azarov sottolinea che le autorità ucraine stanno solo aggravando la crisi nel Paese. La politica, che stanno perseguendo, sta portando il Paese al collasso economico.

    Le autorità ucraine zombizzano con insistenza la gentecon diversi miti sull'origine di tutti i mali del Paese, scrive l'ex primo ministro Mykola Azarov sulla sua pagina Facebook.

    "Prendiamo uno di essi: "l'economia è in calo, la gente vive peggio, perché la Russia è l'aggressore ed è in corso una guerra (è vero nel loro linguaggio si chiama ATO), le autorità precedenti hanno rubato tutto", etc. Come sempre, la saggezza popolare ci aiuta: chi grida più forte di tutti "al ladro" è ovviamente lui, come in questo caso," — afferma Azarov.

    Come prova della sua tesi l'ex premier riporta "nudi" dati statistici del primo semestre 2015: le esportazioni dell'Ucraina sono diminuite del 40% rispetto allo stesso periodo del 2013, vale a dire, osserva Azarov, di 12 miliardi di dollari. Di conseguenza nell'anno caleranno di circa 25 miliardi di dollari.

    "Chi riduce l'afflusso di valuta nel Paese? Il governo precedente, la Russia, o Yatsenyuk?" — si chiede l'ex capo del governo ucraino.

    Questa politica delle autorità, sottolinea, porterà il Paese al collasso.

    "Il regime di Kiev, piuttosto che occuparsi di economia, corre in tutto il mondo con la mano tesa chiedendo prestiti, mentre le imprese chiudono. Chi ripagherà questi prestiti? Come si può credere a questi miti?" — scrive Azarov.

    Tags:
    Finanze, Economia, Politica, Debito dell'Ucraina, governo, Arseniy Yatsenyuk, Mykola Azarov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik