21:11 21 Ottobre 2017
Roma+ 18°C
Mosca+ 0°C
    Bandiere di Russia e UE

    Prolungamento sanzioni contro la Russia è una farsa per il politico francese Chevènement

    © Sputnik. Vladimir Sergeev
    Politica
    URL abbreviato
    0 740281

    Kiev non implementa la parte degli accordi di Minsk, che prevede le elezioni nei territori controllati dalle milizie e le modifiche della Costituzione, tuttavia le sanzioni sono in vigore solo contro la Russia, osserva con sorpresa il politico francese Jean-Pierre Chevènement.

    Il prolungamento delle sanzioni contro la Russia alla luce del fatto che l'Ucraina si è rifiutata di svolgere parte degli accordi di Minsk è una farsa, ha affermato l'ex ministro della Difesa e dell'Interno della Francia Jean-Pierre Chevènement in un'intervista con "Marianne". Il politico ha riportato il testo dell'intervista sul suo sito web.

    Il politico ricorda che la Francia si è sforzata per risolvere la crisi ucraina dopo aver ripristinato il formato definito della "Normandia". Ciò ha portato a due accordi di Minsk sul cessate il fuoco.

    "Tuttavia gli accordi di Minsk II non sono attuati per colpa dell'Ucraina, che ha rinunciato alla parte politica, che implica lo svolgimento delle elezioni nelle regioni orientali russofone e le riforme costituzionali, che prevedono una larga autonomia. Ed ora puniscono la Russia! E' una vera e propria farsa!" — ritiene il politico francese.

    Le sanzioni contro la Russia, rileva Chevènement, sono state estese senza una vera discussione al Consiglio d'Europa. Il politico ritiene che questo sistema di sottomissione agli Stati Uniti debba essere combattuto.

    "All'interno delle Nazioni Unite tutti gli Stati sono uguali in linea di principio, ad eccezione, naturalmente, del Consiglio di Sicurezza, in cui si trovano i cinque membri permanenti. Questo schema è ormai obsoleto. L'Occidentalismo prevalente oggi è un sistema di fedeltà al padrone USA," — ritiene Chevènement.

    Tags:
    Accordi di Minsk, sanzioni antirusse, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, Unione Europea, Jean-Pierre Chevènement, Donbass, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik