01:28 17 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 14°C
    Leader dei BRICS

    Confronto NATO con Russia e Cina pericoloso, serve cooperazione tra Occidente e BRICS

    © Sputnik. Alexei Druzhinin
    Politica
    URL abbreviato
    11515232

    Dalla cooperazione tra l'Eurasia e l'Occidente può nascere un nuovo ordine economico mondiale favorevole a tutti i Paesi. Il corso aggressivo della NATO contro Russia e Cina potrebbe essere deleterio e degenerare con una guerra che potrebbe spazzare via l'umanità.

    Alla vigilia del 7° vertice dei BRICS che si svolgerà in Russia l'8 e 9 luglio, negli Stati Uniti si sta diffondendo una petizione che invita Washington a cooperare con i Paesi membri di questo gruppo per il bene dello sviluppo economico di tutto il mondo. I firmatari di questa iniziativa sono più di 2mila persone: si tratta di cittadini statunitensi e dei rappresentanti delle organizzazioni internazionali.

    Lo scopo della petizione sulla cooperazione con i Paesi BRICS è mostrare il pericolo di uno scontro con la Russia e la Cina, ha dichiarato la presidente del movimento tedesco dei diritti civili "Solidarietà" e fondatrice dell'Istituto Schiller Helga Zepp-LaRouche in un'intervista a Sputnik:

    "Ora il mondo si trova di fronte a due minacce principali legate l'una con l'altra: il crollo del sistema transatlantico e la minaccia di una guerra nucleare. Queste minacce sono causate dalla politica attuale della NATO nei confronti della Russia e Cina", ritiene Helga Zepp-LaRouche.

    — La geopolitica è stata la causa di due guerre mondiali. Se provocherà la Terza Guerra Mondiale, in presenza di armi nucleari, porterebbe alla distruzione dell'umanità. Pertanto la questione principale è come riuscire a superare il pensiero geopolitico. Serve guardare non dal punto di vista degli interessi di un solo Paese o di un'alleanza di diversi Stati, ma da un punto di vista con al centro l'uomo.

    I Paesi dei BRICS, dopo il vertice in Brasile del 2014, hanno iniziato la costruzione di un nuovo sistema economico. Chi dice "no" al sistema finanziario transatlantico, lo fa perché è stato un fallimento totale. Lo abbiamo potuto verificare dopo il voto coraggioso dei greci nel referendum. Questo sistema potrebbe crollare da un momento all'altro. Solo allora gli Stati Uniti e l'Europa potranno cooperare con i Paesi BRICS. Dalla cooperazione tra l'Eurasia e l'Occidente può nascere un nuovo ordine economico mondiale favorevole a tutti i Paesi.

    Helga Zepp-LaRouche ha sottolineato nella sua intervista a Sputnik che i Paesi BRICS, Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, dimostrano un nuovo modello di relazioni internazionali basate sulla cooperazione reciproca.

    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Economia, Difesa, Sicurezza, BRICS, NATO, USA, Cina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik