12:00 29 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
1232
Seguici su

Il presidente della Duma Sergey Naryshkin ha detto in un'intervista all'agenzia di stampa cinese “Xinhua” che a suo parere vale la pena temere le violazioni del diritto internazionale e il rafforzamento delle pretese egoistiche ed egemoni del governo degli Stati Uniti e dei Paesi della NATO.

Alla domanda su come il presidente della Camera bassa del Parlamento russo valuti i timori dell'Occidente relativi al fatto che il rafforzamento dei Paesi BRICS potrebbe minacciare il WTO, il FMI e le altre strutture economiche globali, Naryshkin ha detto:

"La posizione dei paesi BRICS potrebbe essere considerata una minaccia solo da chi vuole conservare l'ingiustizia e la disuguaglianza."

Secondo Naryshkin, i BRICS sono focalizzati sulla conservazione delle istituzioni internazionali e sul loro funzionamento efficiente.

"Serve temere altro. Vale a dire le palesi violazioni del diritto internazionale e il rafforzamento delle pretese egoistiche ed egemoni del governo degli Stati Uniti e dei Paesi della NATO. Proprio da loro nascono le radici delle tragedie in diverse regioni del mondo, proprio da loro partono la crisi economica e finanziaria mondiale ed altri shock. Mentre in passato i cittadini dei Paesi occidentali sentivano meno gli effetti delle azioni delle loro autorità rispetto al resto del mondo, ora giorno dopo giorno sentono sempre di più questi problemi, che si ripercuotono anche contro di loro," — ha detto Naryshkin.

Tags:
Economia, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Geopolitica, FMI, WTO, BRICS, NATO, Sergey Naryshkin, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook