Widgets Magazine
07:24 23 Luglio 2019
Petr Poroshenko

L'oligarca Poroshenko si sbarazza della concorrenza e rafforza il suo clan in Ucraina

© Sputnik . Mikhail Palinchak
Politica
URL abbreviato
0 222

Il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko non solo non ha ceduto le proprie attività di business, ma si sta sbarazzando con successo dei suoi oligarchi concorrenti, rafforzando il proprio clan, afferma il giornale tedesco “Frankfurter Allgemeine Zeitung”.

Il capo di Stato ucraino si è dimenticato delle richieste di Maidan e delle sue promesse pre-elettorali, scrive "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

Un anno e mezzo fa a Kiev Maidan aveva chiesto rovesciare il regime oligarchico con lo slogan "Abbasso i clan!", ma dopo che l'ex presidente Viktor Yanukovych ha lasciato il Paese, è iniziato il conflitto armato nel Donbass e molti oligarchi sono rimasti nella stanza dei bottoni. Tra di loro il "re del cioccolato" Petr Poroshenko, diventato capo di Stato, ricorda il giornale.

Le nuove autorità filoeuropee non riuscivano a combattere su due fronti, pertanto hanno inizialmente trovato un compromesso con i miliardari come Rinat Akhmetov, Dmitry Firtash ed Igor Kolomoisky.

"Ora tutto sta cambiando. A marzo Poroshenko ha rimosso Kolomoisky dalla carica di governatore della regione di Dnepropetrovsk. Recentemente è stato allontanato dalla guida della SBU (servizi segreti) Valentin Nalyvaychenko, uomo di Firtash. Che cosa è successo?" — si chiede l'autore dell'articolo.

Riguardo Akhmetov, gran parte dei suoi asset sono andati perduti nel corso dell'operazione militare speciale nel Donbass. Le sue miniere di carbone e le acciaierie o sono state distrutte o sono finite sotto il controllo delle milizie filorusse.

Lo stesso Poroshenko non ha onorato la sua promessa elettorale principale, ovvero liberarsi delle sue attività imprenditoriali.

C'è il sospetto che, allontanando dal potere i "vecchi" oligarchi, il presidente ucraino stia spianando la strada a suoi nuovi clan, scrive il giornale.

La deputata del movimento politico "Samopomich" Viktoriya Voynitskaya è convinta che Poroshenko e il suo nuovo gruppo di oligarchi mirino a conquistare il mercato dell'energia. Le figure chiave sono il ministro dell'Energia Vladimir Demchishin, la governatrice della Banca Nazionale Valeriya Gontareva e il presidente della commissione nazionale per il controllo della regolamentazione nel settore dell'energia e delle utilities Dmitry Vovk. Tutte queste persone sono in qualche modo legate alla "Investment Capital Ukraine" (ICU) che insieme alla "Rothschild CIS" si occupa della vendita delle attività di Poroshenko.

Il governo vende le imprese statali così in fretta che gli investitori stranieri non hanno nemmeno il tempo di studiare le proposte e vincono i "nominati". L'anno scorso si erano svolte proprio in questo modo le privatizzazioni nelle regioni di Chernivtsi e della Transcarpazia, così come a Vinnytsia, zone tradizionalmente di influenza di Petr Poroshenko, scrive "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

Tags:
Politica, Energia, Economia, Maidan, Oligarchi, SBU, Servizi Segreti, Igor Kolomoysky
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik