Widgets Magazine
20:39 20 Ottobre 2019
Alexis Tsipras e Vladimir Putin

Tsipras: Europa deve smettere di considerarsi il “sale della terra”

© AP Photo / Alexander Zemlianichenko, Pool
Politica
URL abbreviato
2363
Seguici su

L’Europa non deve credere di essere il “sale della terra”, deve invece capire che il centro dello sviluppo economico si sta spostando verso altre regioni.

Lo ha dichiarato il primo ministro della Grecia Alexis Tsipras, parlando al Forum economico internazionale di San Pietroburgo.

"Il mondo è cambiato. Per molto tempo in Europa ci siamo illusi di essere letteralmente il sale della terra, il centro dell'universo, e abbiamo continuato a vedere soltanto i nostri immediati vicini e a contare su di essi. Eppure il centro economico del pianeta si è già spostato, perché nuove forze emergenti svolgono un ruolo sempre più importante sul piano economico e geopolitico", — ha detto il premier greco.

Tsipras ha rilevato che il ruolo della Russia nel mondo sta crescendo e le relazioni internazionali, in misura sempre maggiore, stanno diventando multipolari.

"Dobbiamo prendere in considerazione lo spostamento del baricentro economico e considerare tutte le sfide nel contesto di questo fatto. Allora il processo di sviluppo economico diventerà più rapido", — ha osservato Alexis Tsipras.

Secondo il premier greco, il mondo occidentale deve decidere se accettare le sfide della nostra epoca, costruendo i ponti di cooperazione con il nuovo mondo emergente, o restare fedele ai vecchi dogmi, costruendo dei muri.

Tsipras ha rilevato che la crisi n Ucraina "ha aperto una nuova ferità di instabilità nel cuore dell'Europa", dichiarando che ciò è un brutto segno per le relazioni internazionali, in quanto al posto della prosperità e della cooperazione economica nella regione ora sono in atto dei processi che conducono alla guerra, alla militarizzazione e alle sanzioni. Questo circolo vizioso "deve essere rotto quanto prima", ha dichiarato Tsipras, invocando il rispetto degli accordi di Minsk.

Correlati:

Tsipras: Pronti a dire un grande no ad un cattivo accordo
Tsipras in visita da Putin il 19 giugno
Tags:
Forum economico di San Pietroburgo, SPIEF, Alexis Tsipras, Europa, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik