Widgets Magazine
19:37 12 Novembre 2019
Angela Merkel e Vladimir Putin

“Germania sceglierà Russia e Putin al posto degli USA, poi intera Europa seguirà Berlino”

© Sputnik .
Politica
URL abbreviato
0 657
Seguici su

Quando esattamente accadrà non si sa, tuttavia l'establishment governativa tedesca sta già prendendo in considerazione questa opzione. Se Berlino sceglierà la protezione di Mosca, gli altri Paesi europei potranno seguire il suo esempio, ritiene l'analista militare svizzero Albert A. Stahel.

Vladimir Putin potrebbe presto diventare "il nuovo protettore" della Germania al posto degli Stati Uniti, ha scritto Albert A. Stahel, esperto militare svizzero e direttore dell'Istituto per gli studi strategici di Wädenswil per la rivista tedesca "Focus".

Nell'attuale contesto sembra "quasi impossibile", ma nel lungo periodo la Germania e persino l'intera Europa potranno rivolgere il loro sguardo verso la Russia. "La Germania potrebbe riconoscere Putin come il nuovo protettore al posto di continuare a fare affidamento sugli Stati Uniti," — ha aggiunto.

"Nella storia ci sono stati momenti in cui la Russia e la Germania hanno raggiunto accordi," — continua Stahel, affermando che l'attuale quadro politico nel mondo "difficilmente rimarrà così."

Stahel ritiene che un tale scenario è già preso in considerazione nell'establishment governativa tedesca.

"Non appena la Germania avverte una minaccia ai suoi interessi nazionali, è in grado di cambiare rotta," — ha chiarito l'analista militare.

Secondo Stahel, ora gli Stati Uniti non sono abbastanza forti per "difendere" l'Europa.

Inoltre per "contenere efficacemente" la Russia in Europa, a Washington attualmente mancano "le risorse finanziarie e il sostegno completo da parte della popolazione."

Stahel non sa esattamente quando lo scenario descritto possa realizzarsi concretamente. Secondo Stahel, dipende dagli sviluppi in Ucraina. "Può accadere tra 1 o 5 anni, tuttavia si pensa già a questo scenario," — ha dichiarato l'esperto.

Secondo lui, proprio la Germania gioca un ruolo chiave nel confronto tra gli Stati Uniti e la Russia.

Se la Germania farà un'inversione a 180° verso la Russia, comporterà "l'allontanamento graduale degli Stati Uniti dall'Europa continentale", continua Stahel. Negli altri Paesi europei osservano attentamente le decisioni che vengono prese a Berlino, dunque molti saranno presumibilmente propensi a seguire l'esempio della Germania, ritiene l'analista.

Stahel ha commentato le recenti dichiarazioni dei rappresentanti della NATO relative al dispiegamento di soldati in Europa orientale, così come di carri armati ed altri mezzi pesanti, apparentemente per evitare "una possibile aggressione" da parte della Russia.

L'analista svizzero ritiene che questa decisione sia "priva di significato da un punto di vista militare" e la considera "un sedativo politico" degli Stati Uniti confezionato per l'Europa orientale.

Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, NATO, Vladimir Putin, Europa orientale, Germania, Europa, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik