10:34 18 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 22°C
    Mosca

    Tentativi di umiliare Russia si ritorceranno contro Occidente

    © Sputnik. Vladimir Pesnya
    Politica
    URL abbreviato
    0 984201

    L'Occidente sostiene l'Ucraina, mentre il suo presidente non mostra alcun entusiasmo per l'attuazione degli accordi di Minsk. Allo stesso tempo gli europei e gli americani dimenticano che sono necessarie relazioni pacifiche con la Russia per un futuro prospero nel continente europeo, ritiene “The Asian Age”.

    Il comportamento dei Paesi occidentali nei reguardi di Russia ed Ucraina è paradossale: gli europei e gli americani proseguono il vecchio gioco della guerra fredda, senza considerare come sia molto più vantaggioso cooperare con Mosca e ricercare un compromesso sulla crisi ucraina, scrive la rivista "The Asian Age".

    Il supporto per le autorità ucraine da parte dell'Occidente ha portato Kiev a perseguire politiche filo-occidentali e dimostrare una retorica antirussa, ma a non fare nulla per risolvere la crisi nel Donbass.

    "In Ucraina pompano miliardi di dollari di aiuti occidentali, e l'Occidente allo stesso tempo chiede maggiore assistenza finanziaria," — si legge nell'articolo.

    Kiev, incoraggiata dall'Occidente, è ancora "a favore di una centralizzazione rigida" e chiede prima di cessare le ostilità il pieno controllo del confine con la Russia. Il presidente ucraino Poroshenko afferma di considerare fondamentale il rispetto degli accordi di Minsk,

    tuttavia "non ha ancora mostrato il minimo entusiasmo per affrontare il problema della federalizzazione, grazie a cui le regioni otterrebbero più autonomia."

    "Tuttavia in alcuni ambienti accademici degli Stati Uniti e dell'Europa occidentale cresce sempre più la tendenza secondo cui la pace possa essere raggiunta solo se l'Occidente riconosce la duplice natura dell'orientamento dell'Ucraina. Dipende fortemente dalla benevolenza della Russia nei suoi confronti, dati i sentimenti filorussi di metà della popolazione nella parte orientale del Paese, così come della sua posizione geografica. Non ha senso costringere l'Ucraina a diventare parte dell'ordine del giorno dell'Occidente,"- si afferma nell'articolo.

     

     

    Tags:
    Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Geopolitica, Occidente, Petr Poroshenko, Donbass, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik