23:37 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 0°C
    Ex presidente Afghanistan Hamid Karzai

    Ex presidente Afghanistan Karzai: ingerenza straniera in Siria e Iraq motivo nascita ISIS

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Politica
    URL abbreviato
    0 120

    L'ex presidente afghano Hamid Karzai ha raccontato in un'intervista con RT cosa a suo parere è stata la causa principale della nascita del gruppo terroristico.

    A margine del vertice del G7 in Germania, Barack Obama ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno mettendo a punto un nuovo piano contro lo "Stato Islamico" (ISIS) in Iraq. In particolare Washington prevede di inviare consiglieri ed istruttori militari per addestrare l'esercito iracheno a combattere i fondamentalisti.

    L'emergere del gruppo radicale "Stato Islamico" (ISIS) è il risultato dell'ingerenza esterna negli affari dei Paesi del Medio Oriente. Lo ha affermato in un'intervista con RT l'ex presidente dell'Afghanistan Hamid Karzai.

    "Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante" (ISIS) o "Daish" non ha avuto origine in Afghanistan. La sua nascita è il risultato degli eventi in Iraq e Siria, conseguenza dell'ingerenza straniera negli affari interni di questi Paesi", — ha rilevato Karzai.

    Secondo l'ex leader afghano, se le cose fossero andate diversamente e il movimento fosse nato dal popolo, le autorità degli Stati avrebbero instaurato un dialogo con questa forza.

    "Se per esempio in Iraq lo "Stato Islamico" fosse nato naturalmente per il malcontento della popolazione locale, allora perché no? Le autorità irachene naturalmente sarebbero state favorevoli a trattare con loro. La stessa cosa in Siria: le autorità siriane avrebbero dovuto avviare un dialogo con loro,"- ha osservato l'ex capo di Stato afghano.

    "Tuttavia se in Siria ed Iraq agisce un gruppo che è stato creato da forze esterne e viene sfruttato per i loro scopi distruttivi, in questo caso il dialogo non può esistere senza alcun dubbio", — ha concluso.

    Lo "Stato Islamico" è un'organizzazione terroristica fondamentalista musulmana che opera nel territorio di Iraq e Siria. Il movimento è stato fondato nel 2006 dopo la fusione di 11 gruppi sunniti radicali. La spina dorsale del gruppo è formata da combattenti che avevano lottato contro le forze americane durante la loro permanenza in Iraq e contro le forze governative di Bashar Assad in Siria.

    La rapida espansione di ISIS è diventato uno dei maggiori problemi del mondo nel 2014. Il gruppo radicale, che secondo la CIA può contare su 30mila militanti, ha proclamato nei territori occupati il califfato e punta ad espandere il proprio dominio.

     

    Tags:
    Politica Internazionale, Occidente, Terrorismo, ISIS, Hamid Karzai, Medio Oriente, USA, Iraq, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik