Widgets Magazine
13:17 25 Agosto 2019
Hillary Clinton

Gli americani: Hillary Clinton non è onesta e degna di fiducia

© REUTERS / Mike Segar
Politica
URL abbreviato
0 72

Hillary Clinton resta la favorita alla successione di Barcak Obama ma arretra nei sondaggi, dai quali emerge un problema di credibilità legato ai recenti scandali.

Ben il 52% degli americani non considera Hillary Clinton "onesta e degna di fiducia". E' questo il dato che emerge da un sondaggio condotto dal Washington Post e Abcnews, secondo il quale la fiducia nei confronti dell'ex segretario di Stato è nettamente diminuita negli ultimi mesi, con un netto calo del 22% rispetto all'anno scorso.

Il confronto con il rilevamento condotto dalla Cnn conferma le preoccupazioni trapelate dall'entourage dell'ex First Lady per la prossima campagna elettorale.

Secondo l'emittente televisiva internazionale, il 57% degli interpellati al sondaggio non ritiene Hillary Clinton meritevole di fiducia. Solo in marzo, la stessa Cnn riferiva che il 49% degli intervistati al medesimo sondaggio non riscontrava particolari aspettative positive nella candidata alle prossime elezioni presidenziali.

I nuovi sondaggi confermano quindi che, se per ora, la Clinton non ha alcun ostacolo nel cammino verso la nomination democratica, in assenza di avversari temibili, sul lungo termine, invece, l'ex segretario di Stato deve fare i conti con una crescente diffidenza da parte dell'elettorato del paese a stelle e strisce.

Evidentemente, i cittadini americani si dimostrano diffidenti in seguito alle recenti vicende che hanno visto la Clinton protagonista di scandali politici e finanziari, a partire dall'utilizzo di un account di posta privato mentre era alla guida del Dipartimento di Stato. Inoltre, la scarsa trasparenza sulle donazioni milionarie che la Fondazione Clinton riceve anche da governi stranieri, ha compromesso la credibilità politica dell'ex segretario di Stato.

Infatti, la metà degli americani disapprova il modo in cui la Clinton ha gestito le domande sulla fondazione, e il 55% non ritiene sufficienti le risposte date sulla questione delle mail.

A ciò si aggiunge la dirimente questione dell'attacco al consolato di Bengasi, durante il quale, l'11 settembre del 2012, morirono l'ambasciatore Chris Stevens e altri tre americani. La Clinton è considerata dai repubblicani la responsabile di un'azione di depistaggio tesa a non rivelare agli americani la verità su quell'attacco. Infatti, l'ex governatore è stata nuovamente convocata a testimoniare sulla vicenda di fronte all'ennesima commissione d'inchiesta. E anche su questo fronte, metà degli americani disapprova il modo in cui finora ha risposto sul tragico accaduto.

Correlati:

Presidenziali USA: Clinton chiama, Bush risponde
Chi finanzia Hillary Clinton
Tags:
Sondaggio, fiducia, Hillary Clinton, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik