11:02 19 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 24°C
    tribunale

    De Luca denuncia la Bindi

    © AP Photo/ Brennan Linsley
    Politica
    URL abbreviato
    0 9310

    Primo passo per il neo governatore campano, Vincenzo De Luca, eletto con il 41% dei voti alle amministrative di domenica scorsa. Venerdì era stato definito candidato “impresentabile” dalla Commissione Parlamentare Antimafia.

    Eletto domenica governatore della Campania, oggi, come promesso, Vincenzo De luca, si è presentato  alla Questura di Salerno per denunciare Rosy Bindi. Il motivo? Essere stato inserito nella lista dei cosiddetti candidati "impresentabili" dalla Commissione Parlamentare Antimafia di cui la Bindi è presidente.

    Ad annunciare la querela per diffamazione, attentato ai diritti politici costituzionali e abuso d'ufficio, è il governatore stesso, che sceglie Twitter come strumento di comunicazione.

    De Luca fu condannato per abuso d'ufficio lo scorso gennaio per aver promosso "in totale assenza di motivazione" il suo braccio destro, Alberto Di Lorenzo. La pena di un anno di reclusione fu sospesa e l'ex sindaco di Salerno, in quell'occasione, definì la condanna come

    "demenziale per aver usato l'espressione project manager invece di coordinatore".

    Ora, una volta insediato al Palazzo della Regione, il Tribunale di Salerno dovrà segnalare il suo nome al Prefetto che, a sua volta, inoltrerà la pratica al Consiglio dei ministri. La sospensione dall'incarico, prevista dalla legge Severino, dovrebbe arrivare fra due mesi e potrebbe permanere per 180 giorni. De Luca potrà comunque chiedere la sospensiva e inoltrare gli atti alla Corte costituzionale.

    Intanto, De Luca è fiducioso di andare avanti

    "garantendo serenamente la governabilità della Regione nel rispetto delle leggi vigenti."

    Intervistato dal quotidiano napoletano ‘Il Mattino', De Luca si dice pronto a dirigere

    "una giunta segnata da molte professionalità, aperta alla società civile".

    Correlati:

    Elezioni regionali italiane: i risultati
    Alle elezioni perdono tutti, vince l'astensione
    Tags:
    Elezioni, voto, Parlamento, Vincenzo De Luca, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik