21:42 12 Dicembre 2018
Bandiere UE

La Polonia chiede spiegazione per la “blacklist” della Russia

© AP Photo / Virginia Mayo
Politica
URL abbreviato
0 613

La blacklist sul rilascio dei visti è stata introdotta come risposta alle azioni dell'Unione Europea. La lista comprende 89 personaggi, 60 dei quali cittadini di Gran Bretagna e dei Paesi Baltici.

La Polonia chiede spiegazioni alla parte russa in relazione alla cosiddetta blacklist dei cittadini polacchi a cui viene negato l'ingresso in Russia, ha dichiarato il presidente del Senato (camera alta del Parlamento della Polonia) Bogdan Borusewicz.

Borusewicz stesso è incluso nella lista sanzionatoria. La "blacklist" dei cittadini dell'Unione Europea annovera 89 persone, 18 delle quali cittadini polacchi. Una fonte di alto livello nel ministero degli Esteri russo ha riferito che queste misure sono state imposte solo come risposta alle sanzioni della UE.

Secondo Borusewicz, il ministero degli Esteri della Polonia deve

"pacatamente ma con fermezza richiedere spiegazioni da Mosca."

Inoltre il presidente del Senato polacco ha proposto di prendere in considerazione contromisure per creare un'analoga blacklist di Varsavia, in cui vengono inclusi i cittadini russi che "lavorano sul fronte della propaganda."

Secondo i media polacchi, nella blacklist russa figurano: l'ex ministro degli Esteri polacco Anna Fotyga, l'ex presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek, gli ex eurodeputati Pawel Kowal e Marek Migalski e il vicepresidente dell'Europarlamento Ryszard Czarnecki.

 

 

Tags:
Politica Internazionale, Sanzioni, Visto, Ministero degli Esteri, Parlamento, Unione Europea, Bogdan Borusewicz, Russia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik