15:13 21 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 20°C
    giornali

    La lista degli “impresentabili” per le elezioni regionali italiane

    © Fotolia / Pio Si
    Politica
    URL abbreviato
    0 40

    Diffuso nella mattinata l'atteso e contestato elenco di nomi passati sotto la lente della commissione parlamentare antimafia. Sono 17, tra loro anche il sindaco campano Vincenzo De Luca.

    Dopo giorni di rinvii, polemiche e fighe di notizie,è stata diffusa nel corso di questa mattina la lista dei candidati inseriti nelle liste elettorali dai partiti nonostante le vicende giudiziarie che li coinvolgono. La commissione parlamentare antimafia era chiamata ad analizzare i casi in cui le candidature non fossero in linea con il codice di autoregolamentazione firmato dai partiti a settembre scorso. I cosiddetti "impresentabili" per le prossime elezioni regionali che si terranno domenica prossima in 7 regioni italiane, sono in tutto 17. Ai 4 nomi dei candidati in Puglia, anticipati alla stampa da un membro della commissione del M5S pochi giorni fa, si aggiungono 13 candidati all'elezione in Campania. Tra loro anche Vincenzo De Luca, attuale sindaco di Salerno e candidato alla poltrona di governatore della regione per il Partito Democratico.

    De Luca, nell'occhio del ciclone da giorni per la presunta incandidabilità, è stato inserito però nella lista non già per l'ultima condanna per abuso d'ufficio che aveva fatto scattare la "Severino" con conseguente sospensione dagli incarichi pubblici, poi a sua volta "congelata" dal tribunale amministrativo. Il sindaco campano è infatti entrato nella lista della commissione presieduta da Rosi Bindi per un altro procedimento giudiziario, ancora in corso e pendente dal 2002.

    Prima della diffusione dell'elenco, nel corso della mattinata, il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi era tornato ancora una volta sulla questione, definita "autoreferenziale e lontano dalla realtà" e dicendosi pronto a scommettere che "nessuno di loro verrà eletto". 

    Correlati:

    Cassazione e Antimafia, i nodi politici verso le regionali italiane
    Tags:
    elezioni regionali, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik