04:45 20 Agosto 2018
Istanbul, Turchia

“Dopo elezioni Turchia continuerà politica di riavvicinamento con Russia”

© Foto : Rex Features
Politica
URL abbreviato
0 51

La Turchia si sta preparando alle elezioni parlamentari che si svolgeranno il prossimo 7 giugno. Secondo l'orientalista Vladimir Avatkov, la forza politica al governo "Partito Giustizia e Sviluppo", orientata a collaborare con la Russia, ha buona possibilità di successo.

In Turchia sono in corso i preparativi per le elezioni legislative. Circa 40mila agenti di polizia garantiranno la sicurezza ad Istanbul, mentre circa 14mila saranno dispiegati ad Ankara, la capitale, durante le elezioni, riporta l'agenzia "Anadolu".

"Le rafforzate misure di sicurezza nelle prossime elezioni sono del tutto giustificate. Sono possibili casi di esasperazione. Inoltre dal risultato del voto dipenderanno questioni fondamentali come le modifiche alla Costituzione, lo sviluppo dell'economia nazionale nel suo complesso e nelle sue regioni. Naturalmente la questione principale riguarda la configurazione futura del Paese: o rimarrà una Repubblica parlamentare o una Repubblica presidenziale,"

— ha detto in diretta a Radio Sputnik il direttore del Centro di Studi Orientali, Relazioni internazionali e Diplomazia Vladimir Avatkov.

Secondo Avatkov, la forza politica al governo "Partito Giustizia e Sviluppo" (AKP) ha tutte le carte in regola per vincere alle prossime elezioni.

"Le probabilità che resti al potere sono abbastanza alte. E' scontato che raggiungerà la maggioranza. La questione aperta è capire quali saranno i numeri della maggioranza. Per il premier Ahmet Davutoglu e il presidente Recep Tayyip Erdogan è estremamente importante ottenere non solo la maggioranza dei voti, ma avere un alto margine. È necessario per le riforme delineate dal partito e dal presidente, in particolare per il passaggio da un Repubblica parlamentare ad una presidenziale",

— ritiene l'esperto.

Vladimir Avatkov ha osservato che la Turchia è orientata per avvicinarsi con la Russia. Questo corso ovviamente non cambierà dopo le elezioni, ipotizza l'analista.

"L'opinione pubblica turca giudica negativamente i rapporti con la NATO, ancor più negativamente si relaziona con gli USA. E' dovuto ad una lunga storia di relazioni con l'Occidente. Per diversi anni la Turchia ha cercato invano di aderire alla UE. Sempre più persone rinunciano al sogno europeo. Il Paese ha un'ampia cooperazione con la Russia, a prescindere dalle sanzioni occidentali. Sia l'AKP sia il Partito Democratico Popolare sono propensi ad una maggiore intensificazione delle relazioni con la Russia",

— ha detto Vladimir Avatkov.

 

 

Tags:
Cooperazione, Politica Internazionale, Occidente, Riforma costituzionale, elezioni politiche, governo, Parlamento, Recep Erdogan, USA, Russia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik