18:59 11 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Dopo le rassicuranti parole di Tsipras, che ieri aveva parlato di “fase conclusiva” ancora una frenata, questa volta da parte del FMI: le cose si sono mosse ma c'è ancora molto da fare.

Riunito da ieri a Dresda il G7 finanziario. Sul tavolo lo stato dell'economia globale a 7 anni dall'inizio della crisi, il debito, la crescita e la politica monetaria i principali argomenti sul tavolo di discussione apertosi ieri nella città tedesca. Convitato di pietra di questa riunione è la Grecia, con la delicata trattativa per lo sblocco di nuovi prestiti e l'ancor più fragile situazione legata alle scadenze che Atene deve onorare nei confronti del FMI. Entro giugno sono 1,6 i miliardi da rimborsare, con 312 milioni da erogare entro il 5 giugno.

Ed è stata proprio la direttrice del Fondo Monetario Internazionale a mettere ancora una volta in discussione quanto annunciato poche ora prima dalla Grecia. All'ottimismo di Tsipras, che ieri aveva parlato di "fase conclusiva" della trattativa con il Brussels Group, seguivano di poche ore le dichiarazioni del ministro dell'Economia ellenico. Nella consueta altalena di annunci, Varoufakis aveva cercato di tranquillizzare dopo le frasi degli esponenti di Syriza sull'impossibilità da parte di Atene di rispettare le scadenze.

"Troveremo un accordo entro il 5 giugno — aveva detto — nella misura in cui saremo in grado di pagare i nostri debiti, li pagheremo".

Oggi le parole di Christine Lagarde.

"Stiamo tutti ancora lavorando verso una soluzione per la Grecia — ha affermato la direttrice prima dell'inizio dei lavori di Dresda — e direi che non abbiamo ancora raggiunto risultati sostanziali". Una frenata, seppur accompagnata dalla convinzione che la Grecia rispetterà gli impegni: "Le cose si sono mosse, ma c'è ancora molto lavoro da fare".

Le cose da fare "sono molte" ed il tempo, come ribadito da Germani e Francia solo pochi giorni fa, sta per scadere. Intanto si discute a Dresda, dove pare certa ma non ancora confermata ufficialmente la presenza del presidente dell'Eurogruppo Jerome Dijsselbloem, che parteciperà ai lavori del delicato dossier greco.

Correlati:

Grecia, portavoce Siryza: “ll 5 giugno non rimborseremo FMI”
Grecia, raggiunta l'intesa sui debiti con la UE
Varoufakis ottimista sulle finanze della Grecia
Tags:
Syriza, FMI, Yanis Varoufakis, Germania, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook