11:06 19 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 24°C
    Le case vicino all`aeroporto di Sanaa sono completamente distrutte dalle bombe

    Cala il numero dei conflitti armati nel mondo ma aumentano le vittime e i profughi

    © AP Photo/ Hani Mohammed
    Politica
    URL abbreviato
    0 129 0 0

    L’istituto internazionale per gli studi strategici (Iiss) ha pubblicato la prima edizione del suo rapporto sui conflitti armati nel mondo.

    Il contenuto si basa sul materiale sul database contenuto in un registro online che dal 2003 monitora i conflitti armati in tutto il mondo.

    Il rapporto denuncia che nel 2014 i conflitti armati nel mondo sono stati meno numerosi, ma più mortali rispetto al passato. Sono stati registrati 42 conflitti armati, tra guerre civili, insurrezioni e altri tipi d'instabilità. Rispetto al 2008, l'anno scorso il numero dei conflitti armati è sceso di 21 unità, mentre i caduti sono stati 180mila, contro le 56mila vittime del 2008.

    Le esercitazioni della NATO  Wind Spring 15
    © AFP 2017/ DANIEL MIHAILESCU
    Le esercitazioni della NATO "Wind Spring 15"

    L'impatto dei conflitti è aumentato a tal punto che il 2013 ha visto il più alto numero di profughi e sfollati. Secondo l'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati, per la prima volta dopo la fine della seconda guerra mondiale, le persone costrette ad abbandonare le loro case nel mondo superano i 50milioni.

    Il conflitto che ha causato il numero maggiore di vittime nel 2014 è stato quello in Siria, dove sono morte 70mila persone. A seguire l'Iraq, dove l'avanzata dello Stato Islamico ha provocato la morte di 18mila persone e due milioni di sfollati.

    "Il quadro del 2014 è misto", si legge nelle conclusioni del rapporto. Alcuni conflitti che sembravano irrisolvibili, come in Colombia e nelle Filippine, mostrano segni di miglioramento, altri, come l'Afghanistan, sono in evoluzione, ma i livelli di violenza restano alti.

    Nel mondo arabo, infatti, vasti territori sono segnati da violenza e instabilità croniche e il fenomeno dello jihadismo fornisce un potente acceleratore, con poche prospettive di soluzione.

    Correlati:

    Yemen, un conflitto niente affatto locale
    Secondo l'ONU oltre 6mila vittime nel conflitto ucraino
    Tags:
    Vittime, conflitto armato, ONU, Yemen, Afghanistan
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik