01:41 29 Aprile 2017
    Alaska, piattaforma petrolifera

    Annessione e sfruttamento USA illegale, cittadini di Alaska e Hawaii chiedono ad ONU diritto ad autodeterminazione

    © flickr.com/ U.S. Pacific Command
    Politica
    URL abbreviato
    11004221

    I popoli autoctoni dell'Alaska e delle Hawaii intendono valersi del diritto all'autodeterminazione. I rappresentanti delle comunità locali hanno fatto un appello alla comunità internazionale per lamentarsi della "annessione illegale" ed "occupazione" degli Stati Uniti.

    Nella dichiarazione si afferma che l'Alaska e le Hawaii

    "nel 1959 sono state inglobate dagli Stati Uniti a seguito di macchinazioni e violazioni dei principi delle Nazioni Unite e del processo di autodeterminazione."

    Gli autori del documento hanno esortato l'ONU a

    "correggere l'errore."

    I rappresentanti dell'Alaska Ronald Burns e delle Hawaii Leon Siu hanno criticato la politica USA nei confronti delle popolazioni indigene.

    "La nostra cultura viene soppressa,

    — ha detto Leon Siu. —

    Tuttavia le azioni degli Stati Uniti sono dirette non solo contro la nostra cultura, ma anche la pace nel mondo, perché nele Hawaii si trova la base militare di Pearl Harbor. Durante le esercitazioni militari vengono inquinate la nostra terra e la nostra acqua. Per questo qui le persone si ammalano. Si tratta di un abuso contro la nostra terra e la nostra gente. Non vogliamo essere parte della macchina da guerra."

    "Sfruttano la nostra terra ed estraggono enormi quantità di risorse naturali a danno dell'ambiente",

    — ha aggiunto Burns.

     

     

    Tags:
    Inquinamento, Ambiente, Politica Internazionale, Diritto ad autodeterminazione, ONU, Hawaii, Alaska, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik