09:25 29 Aprile 2017
    David Cameron

    UK, domani si vota

    © AFP 2017/ Justin Tallis
    Politica
    URL abbreviato
    0 118 0 0

    Clima di incertezza nel Regno Unito, dove a 24 ore dall'apertura dei seggi il testa a testa è ancora una volta tra Labour e Tories, che difficilmente potranno ottenere da soli la maggiorana della Camera dei Comuni. Analisti convinti: sarà un altro “hung parliament”.

    Gran Bretagna pronta al voto tra mille incognite. Domani urne aperte per il rinnovo della Camera dei Comuni, e per la seconda tornata elettorale consecutiva il rischio segnalato dai sondaggisti oltremanica è quello di un "parlamento appeso", così come si verificò nel 2010, con la maggioranza relativa conquistata dai conservatori di David Cameron, che dovette però trovare l'accordo politico con i libdem di Nick Clegg per prendere le redini del governo.

    A distanza di 5 anni lo scenario politico britannico è cambiato nella direzione di una ancora maggiore frammentazione e lo spettro di una legislatura breve, con conseguenti elezioni anticipate entro appena 1 anno non è considerata un ipotesi non più così remota.

    Secondo quanto riferito in queste ore dagli analisti britannici, lo scontro sarà ovviamente tra i due maggiori partiti del Paese, un tempo patria del più rigido bipartitismo ed oggi terreno di conquista per formazioni politiche emergenti, come gli antieuropeisti dell'Ukip di Nigel Farage o il Democratic Unionist Party, partito protestante filo-britannico nord irlandese.

    Che siano i Tory del premier uscente David Cameron o i Labour di Ed Miliband, il partito vincente dovrà presumibilmente scendere a compromessi, per ottenere quella maggioranza necessaria per occupare nei prossimi 5 anni il numero 10 di Downing Street.

    Sul piano degli scenari, vengono segnalate le ipotesi di accordo possibili: se da una parte i conservatori potrebbero imbarcare in maggioranza proprio UKIP e DUP, nel partito laburista la situazione appare meno chiara, con le ipotesi di accordo post elettorale con libdem, verdi e partito del Galles che potrebbe garantire la maggioranza assoluta anche in caso il Labour non risultasse il partito più votato. 

    Correlati:

    David Cameron non verrà a Mosca per la Festa della Vittoria
    Tags:
    David Cameron, Regno Unito
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik