01:49 21 Settembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 8°C
    Il Presidente Sergio Mattarella.

    Italicum, oggi la firma di Mattarella

    © REUTERS/ /Press Officer Presidenza della Repubblica
    Politica
    URL abbreviato
    0 7401

    Tentativo di pressing dell'ultimo minuto da parte delle opposizioni, che chiedono al Capo dello Stato di non firmare. Dopo gli annunci dei giorni scorsi intanto, si spacca il fronte referendario.

    Attesa per oggi la promulgazione della nuova legge elettorale italiana. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, riceverà in queste ore la documentazione dagli uffici tecnici del Quirinale, preposti all'esame istruttorio del testo, così come inviato dall'ufficio testi normativi della Camera dei deputati nella serata di lunedì, subito dopo l'approvazione da parte dell'aula.

    La camera dei deputati
    © AP Photo/ Andrew Medichini
    Nonostante il richiamo delle opposizioni, Mattarella infatti è chiamato dalla Costituzione a non firmare una legge approvata dal Parlamento solo nel caso di manifesta incostituzionalità e dovrebbe a questo punto procedere alla vidimazione ufficiale dell'Italicum nelle prossime ore di oggi. Il testo infatti ha "rispettato" i termini della sentenza della Corte Costituzionale 1/2014, che azzerando il cosiddetto Porcellum, ne aveva segnalato due aspetti incostituzionali: soglia al 40% per accedere al premio di maggioranza ed abolizione delle liste bloccate.

    A questo punto alle opposizioni non resta che il percorso della raccolta firme per indire un referendum abrogativo, ma dopo le dichiarazioni di lunedì, il fronte sembra già spaccarsi. Si è detta non interessata alla consultazione popolare Il Movimento 5 Stelle, mentre diverse sono le posizioni all'interno di Forza Italia, tra chi come il capogruppo alla Camera Renato Brunetta spinge per partire subito con i comitati referendari ed altri più cauti, come l'ex ministro Altero Matteoli, che si è detto convinto che con il referendum "si fa il gioco di Renzi". 

    Correlati:

    Mattarella verso la firma dell'Italicum
    Tags:
    italicum, Sergio Mattarella, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik