07:16 27 Aprile 2017
    Le sanzioni antirusse sono un peso enorme per la economia italiana

    Esperto francese: tra un anno le sanzioni non avranno alcun senso

    © Sputnik. Vladimir Sergeev
    Politica
    URL abbreviato
    0 766101

    Il politologo francese Cyrille Bret ha osservato che già tra un anno le sanzioni contro la Russia non avranno alcun senso.

    In un'intervista al portale Atlantico.fr, il politologo ha detto che più tempo rimangono in vigore le sanzioni, e più efficiente diventa la strategia dei paesi che ne sono colpiti. Ciò è stato già dimostrato da Cuba e Iran che soltanto nei primi tempi hanno sentito il peso delle sanzioni, ma poi si sono abituati e hanno trovato un modo per aggirare le restrizioni.

    Cyrille Bret rileva che in Europa non tutti i paesi approvano le sanzioni contro la Russia. In Ungheria, Bulgaria, Grecia, e persino Francia e Gran Bretagna, sono in molti a criticare queste misure e a dubitare della loro efficienza.

    Quanto al rinnovo delle sanzioni, secondo Bret l'Occidente potrebbe deciderlo, se nell'Est dell'Ucraina riscoppia la guerra.

    Tuttavia, secondo l'esperto, ciò difficilmente potrebbe avere un effetto sugli investitori. "Già alcuni mesi fa gli investitori hanno cambiato la loro strategia in Russia e tengono conto dei rischi finanziari e anche delle conseguenze di eventuali nuove sanzioni", — ha rilevato Cyrille Bret.

    Correlati:

    Angela Merkel: a luglio l'Europa discuterà il futuro delle sanzioni contro la Russia
    Putin: nessun crollo dell'economia in Russia, sanzioni occidentali fallimentari
    Tags:
    Sanzioni, Cyrille Bret, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik