09:26 29 Aprile 2017
    Manifestazione europeista in Ucraina

    “L'Ucraina è l'errore principale e l'azzardo dell'Europa”

    © Sputnik. Pyotr Zadorozhnyi
    Politica
    URL abbreviato
    0 1128241

    I sostenitori del "Partenariato Orientale" vedevano nell'Ucraina una zona cuscinetto che separa la Russia dalla periferia europea, ma si sono seriamente sbagliati, non tenendo conto degli interessi palesi di Mosca, ritiene l'analista dell'Istituto australiano di studi di Politica Internazionale “Frank Lowy” Matthew Dal Santo.

    Bruxelles non è riuscita a capire le conseguenze geopolitiche che includeva il progetto del "Partenariato Orientale" in Ucraina ed ha ritenuto di poter ignorare gli interessi della Russia, scrive Matthew Dal Santo, ricercatore dell'Istituto australiano di studi di Politica Internazionale "Frank Lowy", sul portale dell'organizzazione.

    "La UE ha ben fissato l'integrazione dell'Ucraina limitandola solo ad un "accordo commerciale".

    Tale approccio, suppone l'esperto,

    "è diventato l'azzardo che messo a nudo la vulnerabilità del "Partenariato Orientale" e l'ingenuità dei politici europei, che ritenevano che la Russia, legata all'Ucraina da ragioni storiche, culturali, economiche e strategiche, non avrebbe difeso i propri interessi e non avrebbe ostacolato la transizione dello Stato post-sovietico nella sfera di influenza dell'Europa".

     

     

    Tags:
    Commercio, Economia, Geopolitica, Politica Internazionale, Partenariato Orientale, Russia, Unione Europea, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik