03:10 30 Aprile 2017
    Omicidio del giornalista d'opposizione Oles Buzina a Kiev

    “Accusando Mosca, Kiev distrae gli ucraini dai problemi interni”

    © REUTERS/ Valentyn Ogirenko
    Politica
    URL abbreviato
    0 22774

    Le autorità ucraine si sono affrettate ad attribuire la responsabilità degli omicidi politici a "forze esterne", ma invece di cercare "nemici" dovrebbero prestare attenzione alla situazione drammatica in cui versa il Paese, scrive la rivista americana “National Interest”.

    Kiev ritiene che gli omicidi di giornalisti e politici d'opposizione siano opera di forze straniere che cercano di rovesciare il governo e non la prova di tendenze pericolose in atto nel Paese, scrive "National Interest".

    "E' chiaro che questi crimini sono fatti di matrice comune…Si tratta di una provocazione deliberata, che fa il gioco dei nostri nemici. Mira a destabilizzare la situazione politica in Ucraina, per screditare la scelta politica del popolo ucraino,"

    — si afferma in una nota del presidente ucraino Petr Poroshenko.

    Secondo "National Interest", la guerra nella parte orientale dell'Ucraina aggrava le spaccature esistenti nel Paese ed ha radicalizzato la vita politica. Ma questi problemi sono per lo più questioni interne, ma non riconoscendoli come tali, Poroshenko rifugge dalla possibilità di affrontarli. Allo stesso tempo

    "questi problemi, non l'aggressione russa, rappresentano la più grande minaccia per la democrazia e lo Stato ucraino,"

    — sottolinea la rivista.

     

     

    Tags:
    Opposizione, Politica, crisi, Omicidi, Omicidio giornalista, governo, Petr Poroshenko, Russia, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik