09:29 24 Aprile 2017
    Il giornalista Oles Buzina

    Analisti d'accordo, in Ucraina si uccide per far tacere chi dissente dal governo

    © Foto:
    Politica
    URL abbreviato
    0 391120

    Un gruppo di giornalisti ispanici commenta per l'edizione spagnola di Sputnik le recenti uccisioni in Ucraina di giornalisti e politici d'opposizione.

    Nel corso dell'ultimo mese in Ucraina si è verificata una serie di omicidi tra politici e giornalisti di opposizione. Lo scorso 15 marzo nel suo appartamento era stata trovata morta con segni di violenza la giornalista e redattore capo di "Neteshinskiy Vestnik" Olga Moroz. Il 13 aprile si è saputo dell'assassinio del giornalista e co-fondatore dei portali internet "proUA" e "Obkom" Sergej Sukhobokov. Il 15 aprile a Kiev è stato ucciso co colpi di arma da fuoco l'ex deputato del Partito delle Regioni Oleg Kalashnikov. Il giorno successivo sempre nella capitale è stato assassinato nel cortile di casa il giornalista d'opposizione e scrittore Oles Buzina.

    Il giornalista messicano Gabriel Infante Carrillo racconta all'edizione spagnola di Sputnik che l'omicidio di Oles Buzina è un'altra dimostrazione della polarizzazione della società ucraina.

    "E 'stato ucciso con un solo scopo: far tacere chi non è d'accordo con le autorità di Kiev. La cosa più ripugnante è che questo fatto non viene condannato in Occidente."

    Il professore di giornalismo presso l'Università Bolivariana del Venezuela Colomine Luisana ritiene inoltre che l'omicidio di Buzina abbia un movente politico.

    "Il governo ucraino non vuole la verità, per questo motivo, è stato ucciso Oles Buzina. Mi auguro che questo crimine venga condannato da tutto il mondo."

    Lo storico e professore spagnolo Daniel Trujillo Sanz ha raccontato al giornalista di "Sputnik" che l'assassinio risulta essere una logica conseguenza rispetto alla serie di altri crimini perpetrati dalle autorità ucraine.

    "Prima il colpo di stato, poi l'operazione militare in Ucraina orientale con oltre 6mila vittime, poi la chiusura di diversi giornali di opposizione e la cancellazione di partiti politici invisi. Non serve aspettarsi qualche reazione dall'Occidente. I media europei evitano di dibattere i crimini politici in Ucraina".

     

     

    Tags:
    Opposizione, giornalisti, Omicidio giornalista, Omicidio, Oles Buzina, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik