18:33 24 Luglio 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 23°C
    Marine Le Pen

    Marine Le Pen spinge per le dimissioni del padre

    © REUTERS/ Jean-Paul Pelissier
    Politica
    URL abbreviato
    0 6020

    Cresce la tensione all'interno del Front National, dove è in atto lo scontro generazionale tra Jean Marie Le Pen, fondatore del movimento, e la figlia Marine, attuale guida del partito che ieri ha invitato il padre a “trarre le conseguenze politiche” dei suoi gesti.

    In un'intervista rilasciata ieri sera in diretta al telegiornale di TF1, Marine Le Pen è tornata sulle tensioni delle ultime ore all'interno del suo partito. La figura del padre, nonchè fondatore del movimento, Jean Marie Le Pen, comincia forse ad essere ingombrante per un partito con ambizioni di governo e che punta ad esprimere Marine come candidato all'Eliseo.

    Solo pochi giorni fa l'ennesimo stop da parte dei vertici del partito alla candidatura del fondatore alle prossime regionali francesi. La motivazione, sempre la stessa ormai da qualche anno a questa parte, sta nelle dichiarazioni, sempre provocatorie, di Jean Marie, che dopo le polemiche per le frasi choc sull'Olocausto come dettaglio della storia, era tornato a pungere in un'intervista ad un giornale di estrema destra, difendendo la figura di Petain, ufficiale della Francia collaborazionista ai tempi della Seconda Guerra Mondiale. La misura è allora sembrata colma e ieri l'annuncio di Marine.

    "Abbiamo avviato una procedura disciplinare nei confronti di Jean-Marie Le Pen. Sarà convocato dalle istanze competenti del partito. Dovrebbe — ha detto la donna al tg serale di TF1 — dimostrare saggezza e trarre le conseguenze del disagio provocato mettendo fine alla sue responsabilità politiche".

    In altre parole le dimissioni, così come richiesto da molti dirigenti del partito, che ascolteranno le ragioni dell'uomo al centro della bufera politica il prossimo 17 aprile, giorno fissato per una riunione straordinaria dell'esecutivo.

    Immediata la replica del padre, che questa mattina ha ribadito la sua posizione. "Andrò a difendermi, ovviamente, ma anche ad attaccare" ha tuonato, dicendosi "sbalordito" dall'intervista della figlia che, a suo dire, "sta provocando l'esplosione" del partito.

    Correlati:

    Francia, Marine Le Pen blocca la candidatura del padre
    Marine Le Pen sicura, l'Europa in difficoltà per le sanzioni contro la Russia
    Tags:
    olocausto, TF1, Jean Marie Le Pen, Marine Le Pen, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik