09:06 12 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca-1°C
    Ex presidente polacco Lec Walesa

    Lech Wałęsa predice disintegrazione della Russia

    © AP Photo/ Alik Keplicz
    Politica
    URL abbreviato
    0 131

    “Saranno appena 20 milioni di persone”

    L'ex presidente della Polonia Lech Wałęsa, intervistato dall'ucraino "Ekonomicheskaya pravda", ha dichiarato che la Federazione Russa potrebbe disintegrarsi e in questo caso la sua popolazione si ridurrà a 20 milioni di persone. 

    Secondo Wałęsa, se ciò succederà, gli stati che compariranno nel territorio dell'attuale Russia potranno creare una loro "Unione Europea".

    "Nascerà un'associazione di nuovi stati che, però, sarà basata su principi diversi. I ritmi di sviluppo economico diventeranno più allineati, i paesi cominceranno ad aprirsi alla cooperazione in varie configurazioni", — ha detto Wałęsa.

    L'ex presidente polacco crede inoltre che la Russia sia in ritardo di 30-50 anni rispetto all'Occidente e che non sia mai stata un paese libero e democratico. Wałęsa però ha messo l'Ucraina in guardia contro le sanzioni contro la Russia, perché ciò porterebbe al fallimento delle aziende ucraine. 

    Nel 1980 Lech Wałęsa ha creato il sindacato "Solidarność" che ha avuto un ruolo chiave nell'allontanamento della Polonia dall'Unione Sovietica, avvenuto nel 1989. Dal 1990 al 1995 è stato presidente della Polonia.

    Secondo i dati del Serivizio federale delle statistiche, in questo momento in Russia vivono più di 146 milioni di persone.

    Tags:
    Previsioni, Lech Walesa, Polonia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik