16:29 17 Dicembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 3°C
    Arseniy Yatsenyuk, primo ministro dell'Ucraina

    Il premier ucraino Yatsenyuk ritiene gli accordi di Minsk “una scelta cattiva”

    © REUTERS/ Valentyn Ogirenko
    Politica
    URL abbreviato
    0 012

    Il primo ministro dell'Ucraina, in un'intervista a Züddeutsche Zeitung, ha ammesso che Kiev non è in grado di mettere in pratica in tempo tutti i punti dell'accordo di Minsk sulla risoluzione del conflitto nel sud-est del Paese.

    La parte ucraina a Minsk è stata messa davanti ad una scelta difficile, i nuovi accordi erano necessari, ha riferito il primo ministro dell'Ucraina Arseniy Yatsenyuk in un'intervista al quotidiano tedesco "Züddeutsche Zeitung".

    "Avevamo solo 2 scelte: una cattiva e una peggiore. Abbiamo scelto la prima,"

    — ha detto Yatsenyuk esprimendo un giudizio sugli accordi di Minsk.

    Ha dichiarato che l'attuazione dell'accordo è sospesa e l'Ucraina "si trova in un limbo."

    "Esiste l'accordo, ma nulla di più,"

    — ha osservato il premier ucraino.

    Secondo Yatsenyuk, Kiev ha proclamato il Donbass territorio occupato, perché non ritiene che si possano svolgere elezioni libere. Secondo le autorità ucraine possono svolgersi solo dopo la liberazione dalle milizie separatiste.

    "Sono pronto a ripetere ancora una volta: siamo pronti a rispettare alla lettera gli accordi di Minsk-2, e non permetteremo a nessuno di accusarci di non rispettare il documento,"

    — ha inoltre affermato Yatsenyuk.

     

     

    Tags:
    governo, Arseniy Yatsenyuk, Donbass, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik