09:10 26 Marzo 2017
    il primo anniversario dell`adesione di Crimea alla Russia

    L’UE non riconosce e condanna l’adesione della Crimea

    © Sputnik. Vasiliy Batanov
    Politica
    URL abbreviato
    0 29139

    Federica Mogherini, in una nota ufficiale, parla di “atto di violazione del diritto internazionale da parte della Federazione Russa” e d’impegno per la sovranità ucraina.

    In una nota ufficiale, l'Alto Rappresentante UE per gli affari esteri e le politiche della sicurezza, Federica Mogherini, come riferito dalle agenzie di stampa "Il Velino" e "Askanews" dichiara che a "un anno dallo svolgimento del referendum illegale e illegittimo e la successiva annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Federazione russa, l'Unione europea resta fermamente impegnata per la sovranità dell'Ucraina e la sua integrità territoriale. L'annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Federazione russa è anche una sfida diretta alla sicurezza internazionale, con gravi implicazioni per l'ordinamento giuridico internazionale che protegge l'unità e la sovranità di tutti gli Stati".

     La nota prosegue avvertendo che l'UE "continuerà a impegnarsi per attuare pienamente la sua politica di non riconoscimento, anche attraverso misure restrittive".

    Inoltre — conclude la nota — l'Unione Europea "ribadisce la sua profonda preoccupazione per il continuo potenziamento militare e il deterioramento della situazione dei diritti umani nella penisola di Crimea, compresa la negazione della libertà di parola e la persecuzione delle persone appartenenti a minoranze. L'Unione europea ribadisce il suo invito a garantire agli attori internazionali per i diritti umani un accesso pieno, libero e senza restrizioni a tutto il territorio dell'Ucraina, tra cui Crimea e Sebastopoli".

    Intanto, d'oltreoceano, giunge l'avvertimento della portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Jen Psaki, secondo cui Washington manterrà in vigore le sanzioni economiche "finchè la Crimea rimarrà sotto il controllo russo".

     E' di poche ore fa l'annuncio della Casa Bianca secondo il quale il presidente del consiglio italiano Matteo Renzi sarà ricevuto a Washington il 17 aprile prossimo per affrontare le questioni "del sostegno all'Ucraina, della necessità di esercitare pressioni sui separatisti filo-russi per gli accordi di Minsk, della Libia e della necessità che la comunità internazionale continui gli sforzi contro l'Isis".

     

    Correlati:

    Federica Mogherini chiede ai Paesi ONU di unirsi alle sanzioni europee contro la Crimea
    Kelin: UE, USA e Ucraina ignorano la realtà
    Tags:
    Crimea, Alto Rappresentante UE per gli affari Esteri, Federica Mogherini, UE, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik