16:42 27 Luglio 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 29°C
    Soldato ucraino nel Donbass

    Per Mosca “mossa illegittima e pericolosa per la sicurezza europea” le forniture di armi UE in Ucraina

    © AP Photo/ Efrem Lukatsky
    Politica
    URL abbreviato
    0 49223

    Durante le audizioni parlamentari nella Duma sui rapporti tra Mosca e Bruxelles, è stata espressa dai diplomatici russi grande preoccupazione per le forniture di armi da parte di alcuni Paesi UE in Ucraina, che potrebbero minare la stabilità e la sicurezza in Europa.

    Mosca avverte la UE che le forniture di armi letali in Ucraina diventeranno un passo illegittimo, con gravi conseguenze per la sicurezza europea, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Alexey Meshkov durante le audizioni parlamentari "Russia-UE: chi trae profitto dal fallimento del partenariato strategico".

    In precedenza il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko aveva annunciato il numero preciso dei Paesi europei con cui l'Ucraina aveva firmato i contratti per la fornitura di armi, tra cui letali. Tuttavia in precedenza diversi Paesi europei avevano manifestato preoccupazione con dichiarazioni ufficiali a riguardo di eventuali forniture di armi a Kiev, che avrebbero potuto portare ad una nuova escalation della situazione nel Donbass.

    Contro le forniture di armi all'Ucraina precedentemente si era espressa la maggior parte dei politici europei: il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier aveva dichiarato che le forniture di armi in Ucraina sono una via molto rischiosa e controproducente per uscire dalla crisi. Il ministro della Difesa della Gran Bretagna Michael Fallon ritiene che la fornitura di armi a Kiev possa portare ad una ripresa della guerra nel Donbass. Un parere simile era stato espresso dal ministro della Difesa dell'Italia Roberta Pinotti.

    In precedenza il presidente russo Vladimir Putin aveva riferito che secondo fonti russe gli Stati Uniti avevano già inviato armi in Ucraina. Washington ha smentito le affermazioni del capo di Stato russo.

    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Sicurezza, armi letali, Armi, Ministero degli Esteri di Federazione Russa, Duma, Michael Fallon, Roberta Pinotti, Alexey Meshkov, Frank-Walter Steinmeeir, Vladimir Putin, Petr Poroshenko, Gran Bretagna, Germania, Unione Europea, Donbass, Italia, Ucraina, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik