10:13 29 Ottobre 2020
Opinioni
URL abbreviato
Di
4195
Seguici su

L'accoppiamento delle mantidi è caratterizzato da quello che gli entomologi chiamano ‘cannibalismo post-nuziale’ - la femmina, dopo l’atto sessuale, si mangia il maschio partendo dalla testa. E così Di Maio festeggia il successo del referendum, mentre hanno già iniziato a mangiarselo.

La femmina della mantide qualche volta lo fa anche durante. Il maschio, concentrato sulla copula, neanche si accorge che quella gli sta mangiando il cervello. E continua fino a portare a termine l’atto sessuale anche se ormai la femmina gli ha già staccato la testa. Poi questa porta a termine il lavoro e si mangia anche tutto il resto. Pare che lo faccia perché ha bisogno di tante proteine per la rapida produzione delle uova. Ma, soprattutto, lo fa perché il maschio, una volta eseguita l’inseminazione, non gli serve più a niente.

E così, mentre Di Maio celebra il sacro rito della vittoria al referendum, Zingaretti fa di conto e capisce una cosa – è il momento di iniziare a mangiare il compagno, iniziando dalla testa.

Repubblica titola: “Zingaretti esulta, Pd primo partito. Mes e decreti Salvini non ci sono più scuse - I dem tengono tre Regioni su 4 e il segretario chiede correzioni all'agenda di governo. Il rimpasto? Non è un tema. Ma c'è chi lo vuole vicepremier”. Non c’è bisogno di leggersi tutto l’articolo, anche perché è a pagamento. Bastano titolo e cappello introduttivo. Lo schema è chiaro. Un partito che sembrava finito, alla disperata ricerca di proteine… è arrivato il M5S, convinto di aver fatto un affare. Ma adesso inizia l’operazione ‘Mantide’.

Luca Zaia, che se ancora una volta ha stravinto in Veneto un motivo ci sarà, glielo aveva predetto: “Ma guarda, l’alleanza PD – 5Stelle non è un’alleanza ma un abbraccio mortale (…) non so se l’hanno ancora capito ma quando l’80% della tua base ti dice di andare a sinistra, vuol dire che qualcuno poi ci resterà a sinistra”.

E i dati sono lì. Quelli del PD sono ambigui, Zingaretti canta vittoria e dice di rappresentare il primo partito. Come faccia a dire di essere il primo partito per essere riuscito a perdere solo una regione su quattro rispetto alla precedente tornata non si capisce.

Non si capisce neppure come faccia a calcolare e distinguere le preferenze per il suo partito rispetto ai candidati da questi sostenuto alle comunali, visto il ginepraio di liste civiche, incrociate e fuoriuscite che caratterizzano quel tipo di amministrative.

Di chiaro c’è solo che ha già iniziato a rivendicare, anzi, rosicchiare, vista la metafora di partenza. Il M5S da parte sua non può farci nulla – se i dati PD sono opinabili in senso assoluto, rispetto al M5S sono chiarissimi.

Dopo le politiche del 2018 il M5S dava 10 punti di scarto al PD, che sembrava oramai prossimo al collasso totale, in queste ultime amministrative la situazione pare completamente capovolta. Analizzate i dati nelle tabelle che vi ho preparato qui sotto e valutate voi stessi.

Elezioni regionali Campania
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Campania

Elezioni regionali Liguria
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Liguria

Elezioni regionali Marche
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Marche

Elezioni regionali Puglia
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Puglia

Elezioni regionali Toscana
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Toscana

Elezioni regionali Veneto
© Sputnik / Alessio Trovato
Elezioni regionali Veneto

Se i risultati tra schieramenti di Centro-Destra e Centro-Sinistra sono alterni, tutto ciò che riguarda il M5S pare invece univoco e chiaro – qualcuno sta apparecchiando la tavola. Per cui le seguenti:

Quanto sono lontani i tempi della diretta streaming del 22 febbraio 2014 tra Renzi e Grillo alla Camera? E adesso, cosa faranno?

La mantide inizia dalla testa, o te ne accorgi per tempo oppure è finita.

Il M5S continuerà a festeggiare con lo spumante convinto di averla ‘vinta’ mentre quegli altri piano piano gli aprono la scatola cranica e neppure se ne accorgono?

Alla fine trasferiranno tutte le loro proteine al PD e si faranno volontariamente assorbire?

Oppure riusciranno a resistere all’istinto naturale della copula per riaffermare una loro precisa identità?

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

Tags:
politica interna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook