02:44 16 Dicembre 2019
Sardine al mercato del pesce

SARDINE: Tutto quello che avresti voluto sapere ma che nessuno ti spiegherà mai

© Foto : Pixabay CC0
Opinioni
URL abbreviato
Di
4622
Seguici su

E non te lo spiegheremo neppure noi!

Perché non s’è capito. E’ un mistero per tutti. E resterà tale ancora per molto. Forse un giorno gli scienziati che studiano l’antimateria riusciranno a capire per quale motivo un nutrito gruppo di giovani, sani e di robusta costituzione, sia andato a creare un movimento di opposizione tutto incentrato su di un tizio, certo Salvini da Milano, che a sua volta stava all’opposizione.

Precari laureati, pure di relativo talento, che per tirare avanti fanno quattro lavori contemporaneamente che sommati non rendono lo stipendio dei padri diplomati con un lavoro solo e che vivono oggi, di fatto, peggio dei nonni che avevano la quinta elementare. Gente che, a quanto pare, non avendo niente di meglio per cui arrabbiarsi di sacrosanta ragione, organizzano piazzate contro anche solo l’ipotesi che alle prossime amministrative i candidati di un partito non gradito possano spodestare i candidati del partito storico della circoscrizione. In migliaia a scendere in piazza disegnando pesciolini di cartone per protestare “contro l’odio”. Degli altri, perché loro non odiano. Sono a “prova di bambino” dicono. Poi però si scopre che anche a loro scappa ogni tanto il tweet o il post di troppo in cui si invoca addirittura la morte dell’avversario politico. Ragazzi ‘antisistema’ che scendono in campo per difendere gli amministratori locali storici che sono sempre stati a loro volta il sistema da quelle parti.

E si prefigura già una ‘Santa Alleanza’ con gli amici di Greta, quelli che vogliono un futuro migliore e non inquinato, ma che non lo sapranno mai quanto hanno dovuto inquinare i genitori per comprargli quel cacchio di cellulare nuovo da cinquecento euro col quale si fanno il selfie in piazza.

Ma sì, dai, diciamola tutta – la mia è invidia. Certo, perchè a me per esempio, pure io laureato, che pure io ho avuto vent’anni, anche se vent’anni fa, pure io tanto impegnato politicamente, ecco, pure io per dire avrei voluto, non dico organizzare un movimento, ma almeno partecipare a qualche manifestazione seria se almeno me ne avessero organizzate.

Le Anguille Elettriche

Per esempio nel 1998 sarei stato già abbastanza grandicello per, non dico mettermi a capo, ma per lo meno partecipare ad una bella manifestazione contro le basi americane in Italia in occasione della strage del Cermis. L’avremmo potuto chiamare il movimento delle ‘Anguille Elettriche’ con riferimento alla pena che avremmo chiesto per quegli stronzi che quel giorno giocavano a fare i top gun contro gli indiani sulle nostre montagne.

Le Spugne di Mare

Oppure avrei partecipato volentieri ad un movimento contro la disoccupazione intellettuale non appena mi fosse stato chiaro che con il mio titolo di studio in Italia ci avrei fatto le pippette. L’avremmo potuto chiamare il movimento delle ‘Spugne di Mare’, sempre per restare in metafora ittica, con riferimento al fatto che la spugna finchè sta in mare, l’università, si gonfia, poi non appena finisce a riva, nel mondo reale, si secca subito al Sole e rimane inerte.

Gli Echinodermi (Cetrioli di Mare)

Poi, in Ucraina, durante la Rivoluzione Arancione, avrei visto bene il movimento degli ‘Echinodermi’.  Perché sì, quando spieghi ai capi che secondo te hanno organizzato la missione nel mare sbagliato, dove abbondano solo i cetrioli di mare, le oloturie, classe echinodermi appunto, e quelli dicono che “no, no, abbiamo calcolato tutto, sei tu che sei negativo”, ecco che quei cetrioli dal fondale iniziano a muoversi e mano a mano li vedi fluttuare sempre più nella direzione sbagliata. E indovina alla fine dove puntano?

I Pesci Palla

A Sebastopoli invece ci sarebbe stato bene il movimento dei ‘Pesci Palla’, come le palle che ho sentito raccontare in quegli anni dal  nostro mainstream e vedevo tutti i giorni con i miei occhi non corrispondere affatto alla realtà fattuale.

I Salmoni

Anche un movimento di ‘Salmoni’ mi sarebbe sempre piaciuto vedere. Con gente tosta che sapesse nuotare contro corrente. Ma sul serio. Non a chiacchiere o slogan.

E invece eccomi qua, in fondo forse un po’ ad invidiare questi quattro che con un paio di click sui social riescono ad organizzare un movimento di decine di migliaia di ragazzi mentre a me quando scrivevo di quello che vedevo in giro per il mondo e ritenevo fosse tutto sbagliato mi davano dello scemo e basta. E li vedi muoversi in gruppo, proprio come un banco di sardine vero, che evita lo squalo mandandolo in confusione non facendogli capire dove stiano andando.

Finché non passa la rete a strascico, e allora capiscono anche loro che non era lo squalo il problema.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik