Widgets Magazine
18:28 17 Luglio 2019
San Pietroburgo

Da San Pietroburgo Genova «molo» d'Europa

© Sputnik . Vladimir Vyatkin
Opinioni
URL abbreviato
Riccardo Pessarossi
Cooperazione Italia Russia (65)
0 70

Da San Pietroburgo intervista al sindaco di Genova Marco Bucci. Il capoluogo ligure è l'unica città straniera insignita del titolo di «ospite d'onore» del Forum Economico Internazionale SPIEF 2019.

Nel 2016, quando l'allora premier Renzi visitò il Forum di San Pietroburgo, concluse il suo discorso citando Dostoyevskiy, che a metà Ottocento a Firenze scrisse le più belle pagine dell'Idiota: «la bellezza salverà il Mondo».

Un altro grande della letteratura russa, Anton Checov, nel «Gabbiano» definì Genova la più bella tra le città straniere:

Quando la sera esci dall'albergo, le vie sono piene di gente. Poi te ne vai fra la folla senza meta alcuna, su e giù, a zig zag, vivi con lei, ti confondi con essa psichicamente e cominci a credere che in effetti sia possibile un'unica anima universale.

SPIEF 2019 — la folla nei padiglioni
© Sputnik . Vladimir Astapkovich
SPIEF 2019 — la folla nei padiglioni

L'immagine rende bene l'atmosfera che si respira tra i corridoi che uniscono i quattro padiglioni dell'enorme Expocentr di San Pietroburgo. Su un'area pari a 8 campi di calcio nei giorni del forum convergono più di 20 mila persone, in rappresentanza di più di 140 paesi e 250 aziende, che si incontrano, stringono contatti, ampliano le loro vedute.

Grazie alla partnership tra Roscongress e la Fondazione Eurasia, quest'anno ospite d'onore del Forum pietroburghese è la città di Genova: il sindaco della città della Lanterna, Marco Bucci, intervistato in esclusiva da Sputnik Italia spiega l'importanza di questa piattaforma per la sua città.

Il sindaco di Genova Bucci ed il presidente della Regione Liguria Toti incontrano i cuochi del ristorante vip dello SPIEF 2019 Stella d'Italia
© Sputnik .
Il sindaco di Genova Bucci ed il presidente della Regione Liguria Toti incontrano i cuochi del ristorante vip dello SPIEF 2019 "Stella d'Italia"

- Sindaco Bucci, Genova protagonista al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo. Quanto è importante per voi questa vetrina?

- Siamo orgogliosi di essere ospite d'onore a questo forum ed abbiamo raccolto con entusiasmo l'invito fatto alla Liguria ed a Genova nello scorso forum Euroasiatico di Verona, ad ottobre, tanto è vero che abbiamo investito sia per portare il ristorante stellato dello chef Ivano Riccobono nel Forum, sia per farci conoscere alla città, con uno spettacolo musicale che coinvolge più di 80 persone, curato dal nostro teatro Carlo Felice, sul palcoscenico del teatro Marinskiy. Per noi è importante far vedere che Genova c'è, anche nelle grandi manifestazioni, soprattutto nelle manifestazioni importanti per l'economia dell'Europa come questa.

- Gli ultimi mesi sono stati un pò travagliati per la vostra città, qual'è adesso la situazione?

- La città sta andando molto bene, i posti di lavoro stanno aumentando, l'economia cittadina è in ripresa, la mobilità non è più un problema: si viene a Genova e si circola, per cui quando avremo il ponte avremo ancora più vie d'accesso.

- Quanto ci sarà ancora da aspettare per il nuovo ponte sul Polcevera?

- La tempistica rimane com' è: ad aprile 2020 avremo l'inaugurazione. Siamo molto confidenti.

- Durante il suo intervento nella sessione «Competitività Globale e Potenzialità Internazionali» dedicata al Futuro dell'istruzione universitaria ha colpito la platea dicendo che se uno studente, se dei giovani, hanno delle idee per la città possono venire tranquillamente a parlarle: ci sono state delle proposte concrete?

- La nostra porta è sempre aperta. Incontriamo i giovani regolarmente e apprezziamo il loro impegno e amore nei confronti della città, come hanno dimostrato in occasione dei momenti difficili che abbiamo affrontato e superato. Purtroppo non riusciamo mai a fare tutto quello che vogliono loro, ma è importante ascoltarli e di volta in volta, rispondere concretamente. Genova è una città che avuto grandissima integrazione, sin dai tempi in cui era una repubblica marinara, con persone che venivano da tutte le parti: quando io andavo all'università, cioè quasi 40 anni fa, c'erano già studenti dalla Grecia, dalla Tunisia. Era pieno di studenti che venivano a studiare in Italia. Genova è anche un posto dove sono venuti parecchi studenti dal sud Italia. Trasmettere conoscenza è un investimento sempre in positivo.

- Nella giornata di venerdì al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo sono attesi Putin e Xi Jinping. Da sindaco della maggiore città portuale «Via della Seta» è italiana, che cosa avrebbe da offrire ai cinesi?

- L'accordo tra Italia e Cina firmato qualche mese fa è importante e la «Via della Seta» è un ottimo canale per fare business e far circolare merci e persone. Genova dal punto di vista storico e geografico può porsi come punto d'ingresso per il sud ovest d' Europa.

- Non vede quindi un dualismo con il porto di Trieste, che ha già dato via libera agli investimenti cinesi?

- No. Noi vogliamo dire che Genova è un «molo», un «docking space» perfetto per il sud-ovest dell'Europa, così come lo è Trieste per quanto riguarda l'Europa dell'est.

- Il programma della vostra missione a San Pietroburgo è molto fitto. Quali sono stati gli incontri principali?

- Il dialogo con la Russia da parte di Genova e della Liguria prosegue. Questi giorni a San Pietroburgo sono stati proficui a partire da mercoledì, con la visita ai cantieri navali insieme a una delegazione imprenditoriale. Qui allo SPIEF abbiamo incontrato il ministro per le Relazioni Economiche Internazionali del Governo della città di Mosca, Sergey Cheremin, ed abbiamo sottoscritto il nuovo protocollo di collaborazione tra Genova e Mosca.  Nella giornata conclusiva del forum abbiamo in programma anche un incontro con il governatore di San Pietroburgo Alexander Beglov.


Il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo si svolge dal 6 all'8 giugno. Nella prima giornata del Forum si è svolta la sessione «Business Dialogue Russia Italia» a cui ha preso parte il sottosegretario al Ministero degli Esteri Manlio di Stefano -  Leggi l'intervista

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tema:
Cooperazione Italia Russia (65)
Tags:
Genova, SPIEF, Relazioni Italia-Russia, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik