Widgets Magazine
19:06 21 Luglio 2019
Barbie zombie (zarbie)

Quando un radical chic scopre la mafia nigeriana

© Foto: Pixabay CC0
Opinioni
URL abbreviato
Alessio Trovato
6535

Cosa succede quando un radical chic dopo anni di insulti ai controinformatori liberi online che cercavano di mettere in guardia dalla troppo facile accoglienza scopre improvvisamente la mafia nigeriana?

Semplice, scrive una recensione sull’Espresso su di un libro che parla appunto di mafia nigeriana come se fosse stato lui a scoprirla, facendone una specie di apologia e chiudendo il pezzo venendoti a spiegare che in pratica la colpa è la tua che non sei abbastanza includente, che non sai accogliere come si deve perchè troppo egoista e troppo razzista. Questo fa Saviano di mestiere. É un intellettuale imposto. Non ce lo siamo scelti noi, se lo sono scelti loro, gli serviva così, e ora ce lo fanno sorbire per l’eternità. Una volta c’erano i Pasolini, oggi abbiamo i Saviano. E prova a non parlare di decadenza culturale.

“La marginalizzazione e l'esclusione dal mercato del lavoro sono le prime cause di affiliazione tanto per gli italiani quanto per gli stranieri. Continuino pure i nostri politici a urlare #primagliitaliani e #lamafiafaschifo: non avranno risolto nulla, ma tutti quegli hashtag li avranno fatti sentire almeno al passo con i tempi. Magra consolazione"

Così conclude il suo articolo il nostro premio Nobel per l’anestesia. Certo, se ti offrono un lavoro onesto puoi anche smettere di fare il pappone, smettere di spacciare e appendere la mannaia al chiodo, però dica, l’intellettuale che nel settimanale cura una rubrica chiamata in modo quanto mai appropriato ‘l’antitaliano’ – per quale motivo dovremmo essere in grado di creare le condizioni socio economiche ideali per immigrati clandestini che vengono qui già affiliati alla famigerata Black Axe (una delle mafie più feroci del mondo) se abbiamo problemi seri a garantire un minimo di dignità ai nostri stessi ragazzi italiani? Saviano è passato dalla negazione totale del fenomeno al dover rispondere in qualche modo ai fatti per poi infine provare a manipolarli e stravolgerli. Alle invettive dello psichiatra forense e medico legale Meluzzi che lo invitava con sarcasmo a parlare finalmente di mafia nigeriana (già un anno e mezzo fa) alla fine Saviano rispondeva nell’intervista per l’Huffingtonpost in cui a gennaio di quest’anno (cit. letterale) ammetteva il problema ma diceva: “...È una cazzata dire che sono frutto dell'immigrazione. La verità è che la mafia nigeriana è un capitolo della mafia italiana, al netto della retorica sovranista: gli spacciatori magrebini rispondono alle mafie italiane, la mafia nigeriana vende a quella italiana...”. Infine, appunto, notizia di attualità, se ne esce con una intera recensione ergendosi ad esperto e profondo conoscitore del fenomeno.

Il suicidio di Karl Marx - olio su tela
© Foto : A.Trovato (elab.grafica)
E tutti questi radical chic da cattedrale più odiano Salvini, più provocano la reazione uguale e contraria generandogli potere. L’opposizione più scema del mondo. Ve lo ricordate Pasolini in ‘La ricotta’? A Orson Welles alla domanda “che cosa ne pensa della socità italiana” nella scena dell’intervista gli faceva rispondere: “Il popolo più analfabeta, la borghesia più ignorante d’Europa”. ‘La Ricotta’ è un cortometraggio del ’63, non mi sento di sottoscrivere lo sfogo di Pasolini, oggi i tempi sono cambiati. Il problema non è più che la gente è analfabetizzata e la borghesia ignorante, il problema è piuttosto che siamo alfabetizzati fin troppo ma male, di informazioni ne abbiamo fin troppe, ma manipolate. Viviamo in un mondo in cui gli intellettuali si autoproclamano e le mafie diventano dei serial televisivi che fanno ancora più soldi delle mafie vere. A breve avremo forse un ‘Black Axe’ anche su Netflix o Sky, senti come suona bene? Diritti d’autore già prenotati da chi di dovere, ovvio.

Guardare per credere: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik