20:08 23 Aprile 2019
Isola Marinella

Isole italiane in vendita on-line, l’allarme lanciato dai Verdi

© Foto: Privateislandonline
Opinioni
URL abbreviato
Tatiana Santi
113

Comprare un’isola on-line con un solo click? Sembrerebbe possibile visitando alcuni siti internazionali, dove fra le offerte in vetrina vi sono anche alcune isole italiane per alcuni milioni di euro. I Verdi sollevano l’allarme in merito a possibili progetti edilizi incompatibili con l’ambiente.

Sono diverse le isole italiane in vendita su internet: dall’Isola di Capo Passero in Sicilia all’Isola di Cerboli all’interno del parco nazionale dell’arcipelago toscano. Si tratta di isole di proprietà privata e pubblica, alcune sono già state vendute, come ad esempio nella Laguna di Venezia l’isola di San Secondo, venduta dallo Stato dove verrà costruito un albergo di lusso. In vendita anche l’Isola delle Femmine e l’Isola di Santa Maria nella provincia di Trapani.

È davvero possibile acquistare un’isola e costruirci una casa? Visitando i siti specializzati nella vendita di isole, come ad esempio www.privateislandsonline.com oppure www.vladi-private-islands.de sembrerebbe di sì. È in vendita per esempio per 4 milioni di euro l’Isola di Cerboli, ma come si legge in una nota di Legambiente Arcipelago Toscano “chi compra Cerboli non compra niente: è protetta da Parco Nazionale e Direttive Europee”.

Cerboli, piccola isola nel canale di Piombino (mar Tirreno). Particolare dell'estremità occidentale.
Cerboli, piccola isola nel canale di Piombino (mar Tirreno). Particolare dell'estremità occidentale.

Legambiente spiega:

“Ora Cerboli è Zona A di tutela integrale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano dove non è consentita nessuna opera edilizia, nemmeno manutenzione e ampliamenti. Gli strumenti urbanistici del Comune di Rio non prevedono (e non possono prevedere) nessun tipo di intervento urbanistico/edilizio. Chi compra l’isola non compra niente e dovrebbe chiedere il nulla-osta del Parco Nazionale ogni volta che ci dovesse sbarcare. I gabbiani che ne hanno fatto il loro regno, i marangoni dal ciuffo che vivono numerosi lungo le sue ripide coste e le lucertole di Cerboli possono continuare a vivere, nidificare e prosperare tranquilli”.

A sollevare con preoccupazione la questione della vendita di alcune isole italiane è il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli raggiunto per un’intervista da Sputnik Italia.

– Angelo Bonelli, che cosa chiedete con l’esposto inviato ai Ministeri dell’Ambiente e dei Beni Culturali?

– Noi chiediamo che venga fatta immediatamente una verifica su tutte le isole poste in vendita in Italia. Questo per capire se hanno le giuste tutele ambientali e per evitare quelle trasformazioni urbanistiche non compatibili con il valore ambientale, paesaggistico, storico e monumentale che rappresentano.

– Le isole in vendita appartengono allo Stato o a dei privati?

– Alcune sono di proprietà privata, altre sono di proprietà pubblica. Una già è stata venduta dallo Stato, l’Isola di San Secondo nella Laguna di Venezia, dove dovrà essere realizzato un albergo di lusso. È in procinto di essere venduta sempre da parte dello Stato Italiano nella Laguna di Venezia l’Isola di Poveglia. È un’isola molto bella con immobili del ‘700 di notevole importanza.

Le altre isole sono di privati. Noi non siamo contro la vendita, ognuno è libero di vendere e acquistare ciò che vuole, non possiamo tollerare però che su beni ambientali tutelati dallo Stato o con un’importanza ambientale rilevante si possano fare progetti speculativi in contrasto con il bene ambientale.

– Quali sarebbero i possibili rischi a vostro avviso?

– Ad esempio all’Isola Capo Passero in Sicilia è in atto un progetto di un grosso resort con 100 stanze. In un’isola di grande importanza storica. Parliamo di bellezze ambientali che è bene rimangano conservate; laddove ci sono presenze archeologiche e storiche il lavoro da fare è restaurare, non certamente quello di alterare il bene ambientale e la sua identità storica con trasformazioni urbanistiche, anche di carattere speculativo.

1 / 2
Il Forte di Capo Passero

– Come andrebbero rivalutare queste isole allora?

– Vanno lasciate così come sono, creare qualcos’altro sulle isole sarebbe una bestemmia contro la natura. Va preservata l’integrità delle isole conservata da secoli e secoli.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Toscana: case a un euro per investitori, interesse anche dall'estero
Tags:
isola, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik