03:59 22 Aprile 2019
Lara Comi, vicepresidente del Gruppo Ppe all'Europarlamento

Lara Comi: "L'Italia sta sbagliando"

© Sputnik . Evgeny Utkin
Opinioni
URL abbreviato
Evgeny Utkin
9334

Il 22-23 marzo alla Villa D’Este di Cernobbio si è svolto il Forum Confcommercio, al quale ha partecipato anche Lara Comi, deputata Europarlamentare e vicepresidente del Gruppo PPE all'Europarlamento, ha rilasciato per Sputnik Italia una intervista esclusiva, parlando di euro, di Brexit, di Cina e delle prossime elezioni europee.

— A 20 anni dall'euro, facciamo un bilancio. Cosa pensa? 

— Sono a favore di stare nell'euro, ma un euro modificato. Che tutti gli stati membri UE, ventisette a questo punto, abbiano tutti l'euro e che la BCE si trasformi in Fed (Il Federal Reserve System).

Lara Comi, vicepresidente del Gruppo Ppe all'Europarlamento
© Sputnik . Evgeny Utkin
Lara Comi, vicepresidente del Gruppo Ppe all'Europarlamento

— Ma non euro 1 ed euro 2 per Europa del Nord ed Europa del Sud, come prognosticavano gli economisti una volta?

— No,ne basta uno. II problema in Italia è stato il tasso di cambio iniziale. Questo è nostro scotto in primis. 

— Parliamo di Cina, della grande delegazione cinese sbarcata a Roma...

— Io come vicepresidente PPE, ho la delega ai rapporti con gli USA e la Cina, quindi ho questi due fuochi. La Cina è una grande opportunità se viene gestita bene. Altrimenti è come un boomerang e noi italiani, da soli, non siamo in grado di poter essere a livello della Cina come negoziati. Come potere d’acquisto economico.

— Quindi, questo grande accordo...

— E’ un accordo politico…Ma l’accordo migliore l’abbiamo già fatto a livello europeo, andava implementato.

— Doveva andare prima alla Commissione Europea?

— In realta, no. Macron, Merkel e Juncker vedono insieme il Presidente cinese, noi lo vediamo da soli. E questo è un errore. Macron, Merkel e Juncker lo vedono insieme, e questo è un segno molto importante, perchè vuol dire che non vanno mai da soli con la Cina.

— Come valuta questo?

— L'Italia sta sbagliando. Anche perchè chi si trova al governo adesso, non era già a favore dell'accordo con la Cina prima, non capisco come possa esserlo ora. 

— Parliamo di Brexit?

Tricolore italiano nella bandiera UK
© Sputnik . Grafica A.Trovato

— Brexit. Era scandaloso il fatto di andare il 30 giugno (La premier britannica Theresa May ha chiesto rinvio al 30 giugno, ndr), una vera presa in giro. E adesso il 22 maggio mi sembra giusto. Io sarei anche per un Referendum 2 e chiederei ai cittadini nuovamente. So che non si può fare, non lo vorranno fare. Comunque lo hanno voluto loro, siamo in democrazia.

— Previsioni per le elezioni?

— PPE è primo partito ancora.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
Europarlamento, Cina, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik