18:34 19 Aprile 2019
Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in visita in San Marino.

La visita di Lavrov a San Marino, un evento storico e tante prospettive

CC BY-SA 2.0 / MFA Russia / Visit to San Marino
Opinioni
URL abbreviato
Eliseo Bertolasi
2170

Il 21 marzo 2019 il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov si è recato in visita ufficiale nella Repubblica di San Marino, per la prima volta nella storia.

Ad accogliere il diplomatico russo, Nicola Renzi il Segretario di Stato di San Marino. Momento centrale della visita la firma di un “Memorandum d’intesa” tra i due Ministeri. 

Alessandro Bevitori, presidente della Commissione degli Affari Esteri di San Marino e segretario del partito di maggioranza del governo SSD (Sinistra Socialista Democratica), raggiunto da Sputnik Italia, ha sottolineato l’importanza che tale visita riveste per la Repubblica.    

Alessandro Bevitori
© Foto : fornita da Alessandro Bevitori
Alessandro Bevitori

- Quali sono state le tematiche all’ordine del giorno della visita del Ministro Lavrov?

- Innanzitutto il rafforzamento del ruolo di San Marino, Paese che nella sua storia millenaria ha sempre avuto ottime relazioni con tutti. Noi siamo la più antica repubblica del mondo, questo ci teniamo molto a sottolinearlo, abbiamo sempre mantenuto la nostra indipendenza e la nostra autonomia. La nostra neutralità riconosciuta a livello internazionale ci ha portato ad assumere sempre un atteggiamento di condanna verso le guerre, a favore, invece, della pacificazione e della pace nel mondo. L’incontro con Lavrov fa parte dell’attività estera che da tempo viene portata avanti dalla Repubblica di San Marino. Con la Russia ci sono sempre stati ottimi rapporti. Non nascondiamo, però, e questo è un motivo di grande soddisfazione per noi, che si arrivi a un incremento ulteriore di questi rapporti. Stiamo sviluppando e migliorando le nostre relazioni con la Russia: recentemente è stato creato a livello parlamentare un “gruppo di amicizia” tra parlamentari russi e parlamentari della Repubblica di San Marino, ci sono inoltre tutta una serie d’iniziative che vogliamo mettere in campo, sia a livello culturale, sia a livello economico. La Federazione Russa oltre ad essere un Paese amico per la Repubblica di San Marino rappresenta anche una straordinaria opportunità per le possibilità di crescita del nostro Paese.

Il ministro degli Esteri russo in visita in San Marino
Il ministro degli Esteri russo in visita in San Marino

- Quindi un incremento delle relazioni bilaterali dopo questo incontro?

- Certamente! Per noi i rapporti con la Federazione Russa sono importantissimi. L’aspetto principale è l’amicizia che da 25 anni ha ufficializzato le nostre relazioni politiche bilaterali. Oltre a rafforzare le relazioni politiche c’è anche tutta la questione delle relazioni extra-politiche. Le due questioni sono strettamente connesse. Innanzitutto l’aspetto economico, dove ci possono essere tutta una serie di risvolti; in particolare, San Marino è un Paese a vocazione turistica. Ci farebbe molto piacere continuare ad accogliere turisti russi interessati alle offerte sammarinesi.  

- Sappiamo che la costa adriatica ogni anno ospita un gran numero di turisti russi, che spesso, volentieri, visitano anche la Repubblica di San Marino. Quali  sono le aspettative nell’ambito del turismo?   

- Siamo una meta importante per i turisti russi che affollano le spiagge adriatiche, per questo il turismo è un settore da sviluppare ulteriormente. Un settore che indubbiamente rappresenta un volano importante per la nostra economia locale. Tenga presente che un volo “Rimini – Mosca”, con l’aeroporto di Rimini che dista a soli dieci minuti di auto da San Marino, dura solo tre ore. È un volo di facile percorribilità. Questa opportunità può favorire sia il turismo di sosta prolungata, sia di passaggio per chi viene a cogliere la bellezza del nostro paesaggio e della nostra Repubblica, tra l’altro i nostri costi sono assolutamente accessibili. Non c’è dubbio che per il turismo sammarinese la Russia rappresenti un mercato di riferimento molto importante che vorremmo certamente incrementare. 

- Lei ha parlato di aspetti economici. La Repubblica di San Marino come si rapporta nel contesto del regime di sanzioni e contro-sanzioni alla Russia?

- San Marino non ha aderito alle sanzioni inflitte dall’Unione Europea, di conseguenza la Russia ci ha lasciato fuori dalle sue contro-sanzioni. I prodotti sammarinesi, anche del settore agro-alimentare: formaggio e latticini, per esempio, possono essere esportati nella Federazione Russa. Sottolineo però, ancora una volta: parliamo solo dei prodotti sammarinesi. Non ci prestiamo in nessun modo a escamotage, o a triangolazioni varie, per esportare prodotti che non siano direttamente prodotti a San Marino. Abbiamo parecchie aziende che si sono accreditate per l’export sul mercato russo. Non serve aggiungere nulla per parlare dell’importanza e delle potenzialità del mercato russo, ma sempre comunque per aziende sammarinesi che esportano prodotti sammarinesi.

- Avete in programma di contraccambiare questa visita? 

- Sicuramente! Anche se per il momento non c’è ancor nulla di definito in programma. Nei preliminari per la prossima Coppa del Mondo di calcio siamo stati sorteggiati dalla FIFA nello stesso girone della Russia. Questa partita verrà giocata a giugno in Russia, me l’hanno fatto notare degli amici parlamentari russi. Può darsi che in occasione di tale avvenimento calcistico ci sia anche la possibilità di organizzare una visita di tipo diplomatico. Non lo possiamo escludere e valuteremo questa opportunità.

- A San Marino avete già una sede diplomatica della Federazione Russa?

- Non ancora. Non è ancora stato nominato un console della Federazione Russa a San Marino, tuttavia anche se non c’è ancor nulla di formalizzato, c’è già in corso una richiesta da parte della Russia, che ha già ottenuto un “pre-gradimento” del Congresso di Stato e della Segreteria degli Esteri di San Marino. Se tutto andrà bene, a breve, compatibilmente con le tempistiche dei processi diplomatici apriremo una rappresentanza della Federazione Russa qui nella Repubblica. 

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione. 

Correlati:

Russia, il governatore dell'oblast di Kirov vuole un caseificio italiano nella regione
Russia-Italia: Terracciano, promuovere imprenditoria sotto marchio "Made with Italy"
Techtextil Mosca, +84% per l'export italiano di macchinari tessili in Russia
Tags:
visita, Sergej Lavrov, visita Lavrov, San Marino, Italia, Relazioni Russia-Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik