Widgets Magazine
18:36 21 Agosto 2019
Harmony of the Seas costruita nei cantieri Atlantique

Cantieri Atlantique: ai coreani Sì e a noi No. E perchè? Perchè No!

CC BY-SA 2.0 / kees torn, via Wikimedia Commons
Opinioni
URL abbreviato
Alessio Trovato
15370

I francesi a noi hanno comprato: Gucci, Brioni, Pomellato, Bottega Veneta, Fendi, Bulgari, Luxottica, Edison, Parmalat, Eridania, supermercati GS (oggi Carrefour), Banca Nazionale del Lavoro (sottolineo ‘Nazionale’), Cariparma, Banca Popolare Friulana, Nuova Tirrenia assicurazioni...

Poi ci sono le tentate scalate a Mediaset-Vivendi e addirittura Telecom Italia. Stiamo parlando di marchi italiani storici venduti alla sola Francia e di una lista neppure aggiornata perchè intanto che scriviamo gli amatissimi cugini continuano a comprare. Che vuoi, è il mercato — questo è il neoliberismo baby, si fa così oggi. Ecco, poi tocca alla nostra Fincantieri acquisire la ‘Chantiers de l'Atlantique' e succede invece il finimondo.

I famosi cantieri navali di nella Loira che sfornano nientemeno che navi da crociera per la Carnival, Costa Crociere, MSC, Royal Caribbean, Princess Cruises, meglio conosciuti come cantieri STX — dal nome della sudcoreana STX Corporation che nel 2007 ne aveva iniziato la scalata per concluderla nel 2009 acquisendone il controllo totale. Nessuno disse nulla — che la comprassero i sudcoreani, i nordcoreani o mediocoreani andava bene, quando ci ha messo le mani sopra la nostra europeissima Fincantieri è successo un macello. ‘Chantiers Finchantiers' si sarebbero al limite dovuti chiamare oggi, invece sono tornati a chiamarsi ‘Chantiers de l'Atlantique' anche se di francese, se non fosse stato per l'intervento statale voluto dall'iper liberale Macron (ma anche iper protezionista quando fa comodo) non avrebbero avuto già proprio più nulla.

Cantieri di St.Nazaire durante la costruzione della Symphony of the Seas
Cantieri di St.Nazaire durante la costruzione della Symphony of the Seas

Nel 2017, Fincantieri aveva stravinto la gara per l'acquisizione ma il nuovo eletto all'Eliseo aveva bloccato tutto pronunciando la parola per noi proibita ma consentita colà dove si puote ciò che si vuole: ‘nazionalizzazione'. Finchè era nelle mani dei sudcoreani tutto bene, in mani nostre che siamo ‘fratelli europei' no. La cosa produsse la ben nota crisi tra Governo francese e l'allora Governo italiano Gentiloni. Dopo lunghe trattative e scambi di ‘amorevoli convenevoli' alla fine Roma accettava una modifica sostanziale che provammo a chiamare ‘compromesso' ma che in realtà era già una mezza sconfitta: Fincantieri avrebbe mantenuto un controllo solo formale e temporaneo acquisendo il 50% di STX ma avendo a disposizione anche un 1% in più prestato ‘gentilmente' dal Governo francese per 12 anni, per altro con diritto di revoca unilaterale di questi.

Già così sarebbe stato sufficientemente umiliante ma evidentemente non abbastanza per gli amici europeisti, liberisti e antipopulisti d'oltralpe. Infatti a novembre del 2018 presentano, sostenuti dai tedeschi (perchè proprio i tedeschi lo diremo tra un attimo e salterete sulla sedia) una domanda di indagine Antitrust alla Commissione europea. Ebbene, lo scorso 8 gennaio (tempo record di risposta) la Commissione europea ha giustappunto accolto la domanda presentata da Francia e Germania. Nonostante le soglie di fatturato fossero decisamente inferiori rispetto a quelle necessarie per poter invocare ricorso alla Commissione, questa si è voluta comunque esprimere e, testualmente, ha detto:

"Sulla base degli elementi forniti dalla Francia e dalla Germania, e fatti salvi i risultati della sua indagine esaustiva, la Commissione ritiene che l'operazione potrebbe nuocere in misura significativa alla concorrenza nel settore della costruzione navale, in particolare per quanto riguarda il mercato mondiale delle navi da crociera. La Commissione ha inoltre concluso di rappresentare l'autorità più idonea a valutare i potenziali effetti transfrontalieri dell'operazione. Di conseguenza, l'acquisizione di Chantiers de l'Atlantique da parte di Fincantieri sarà esaminata nella sua integralità da parte della Commissione".

Interessante notare — quando era tutto in mano della extracomunitaria STX Corporation che, tanto per fare una proporzione ha il triplo dei dipendenti della Fincantieri e fattura il quadruplo, com'è che la Commissione non si preoccupava della concentrazione e degli effetti sulla concorrenza?

A già, che c'entra la Germania? Niente, il più grande concorrente europeo di Fincantieri si chiama Meyer Werft. Commenti?

Ma perchè i francesi possono andare tutti quanto allo zoo comunale per vedere come stanno le bestie feroci e gridare "aiuto è scappato il leone" per vedere di nascosto l'effetto che fa e noi invece No? Perchè No! Non sembra una gran motivazione logica ma sempre meglio citare Jannacci che il Marchese del Grillo, il quale in questi casi avrebbe detto "perchè io so' io, voi invece nun sete n'…". E c'è poco da fare la situazione questa è — intanto che noi appena apriamo bocca sul tema sovranità ci danno dei retrogradi nazionalisti, altri più furbi e, evidentemente meglio inseriti all'interno delle logge UE, parlano di liberismo, Europa, regole di mercato, apertura… e intanto nazionalizzano, difendono interessi, fanno protezionismo, chiudono porte.

Ci dicono che la nostra politica sull'immigrazione è vomitevole e intanto sono i primi a chiudere tutte le frontiere anche interne Shenghen, respingono donne incinta a Ventimiglia, i gendarmi ci sconfinano a Bardonecchia, il Franco Coloniale affama mezzo continente africano, però a fare schifo siamo sempre noi. Che poi francesi e tedeschi di per sè sarebbero anche simpatici, è che a dividerci per paradosso è proprio questa Europa che ci unisce. Senza commissioni, dictat, imposizioni e lobby ce la saremmo sbrigata da soli tra Stati adulti e sovrani, ognuno facendo i propri interessi a carte scoperte e senza trucchi, in questa Europa qui invece siamo fregati dalla testa ai piedi parliamoci chiaro. Come quando prendi l'ascensore pensando di aver fatto un affare e poi l'ascensore si blocca. Come se non bastasse ad un certo punto ti accorgi che i tuoi compagni di disavventura sono gli scoreggioni del piano di sopra e inizia a mancarti l'aria. Niente contro gli ascensori, niente contro i vicini di casa, niente contro nessuno per carità… però aprite questo accidenti di porta, vi prego, non se ne può più!

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
Economia, UE, Italia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik