10:06 16 Ottobre 2018
Pub, birreria, pivnaja

Che dite, stasera ci vediamo alla pivnaja?

© Foto: Pixabay
Opinioni
URL abbreviato
Alessio Trovato
2171

Che poi si scrive ‘пивная’, quindi figuriamoci. In russo sarebbe ‘birreria’. Esotico, però forse ha ragione la senatrice Silvana Comaroli – in Italia, almeno le insegne, bisogna che le scrivi in italiano.

Al limite scrivi Birreria ‘La Pivnaja' — i clienti russi della zona li becchi tutti di sicuro, mantieni l'effetto esotico e dimostri anche il giusto rispetto per il Paese che quella birreria te l'ha lasciata aprire. Del resto se apri una pizzeria a Mosca è vero che puoi scrivere ‘pizzeria' perchè in russo un'altra parola non esiste, ma è anche vero che ‘pizzeria' qui si scrive ‘пиццерия'. E c'è poco da fare, tocca scriverlo proprio con le lettere cirilliche. Sembra incredibile, nel Paese con più di 150 etnie, e chissà quante lingue ufficialmente riconosciute, pizzeria si scrive пиццерия. Ma anche McDonald's. Il marchio rimane invariato ma la scritta è Макдоналдс.

Uno dei McDonald's di Mosca
© Sputnik . Natalia Seliverstova
Uno dei McDonald's di Mosca
E, lo so, fa ridere. Però pensate a questa: quando arrivarono le prime fotocopiatrici in Russia questa legge non c'era. Le prime fotocopiatrici che arrivarono furono le Xerox. Ebbene, sapete come si dice oggi in russo fare una fotocopia? Si dice ‘xerocopirovaz'. Non hanno fatto in tempo, oramai sul vocabolario è così (ксерокопировать). ‘Faccio una fotocopia' — ‘xerocopiruiu'. D'altra parte qualche volta è inevitabile. Per esempio ‘patatina fritta' in teoria si dovrebbe dire ‘scjarennij krustiascij kartofel' però esiste la parola inglese ‘chips' quindi prendi quella, infatti dicono tutti ‘cipsi'. Però si scrive in cirillico ‘чипсы'. Ah ma fai presto, se non difendi la lingua, almeno scritta, fai presto a perderla. Pensate solo alla parola ‘selfie'.

L'autoscatto era già stato inventato da un pezzo anche in Italia, poi però adesso tutti dicono ‘selfie'. Perchè? Autoscatto è troppo lungo? No, è che in Italia nessuno parla inglese sul serio però a dire ‘selfie' sono buoni tutti e fa più fico. Così alla fine le nuove generazioni non imparano veramente alcuna nuova lingua ma storpiano solo l'unica che hanno.

E' quello che deve aver pensato la senatrice della lega Silvana Comaroli, nella proposta di legge depositata lo scorso 26 giugno e che ora è al vaglio della commissione Attività produttive. La legge prevede insegne in lingua europea per i negozi multietnici nelle città italiane e il divieto dell'uso di arabo e cinese (per analogia quindi anche cirillico). Viene previsto anche l'obbligo dell'esame di lingua italiana per i negozianti stranieri il chè, a dirla tutta, di sconvolgente ha solo il fatto che in Italia non fosse già proibito aprire una attività al pubblico a chi l'italiano neppure lo parla. Infatti la proposta ha già incassato i favori della Confcommercio Roma il cui direttore, Pietro Farina, ha appunto confermato che anche secondo lui la conoscenza della lingua italiana e insegne comprensibili debbano essere requisiti indispensabili. Non è quindi una questione di discriminazione verso le attività aperte dagli stranieri i quali, non dovranno fare altro che dimostrare di saper comunicare correttamente in lingua e semplicemente apporre insegne intellegibili.

Piuttosto, a dirla tutta, vengono dei dubbi sulla formulazione "le insegne dovranno essere scritte in lingua europea". Perchè europea? Lingua italiana, siamo in italia, lingua italiana sarebbe stato logico. Perchè inglese e tedesco sì e farsi o hindi no allora? Questa sì inizia ad essere discriminazione. Credete che il tedesco gli italiani lo capiscano meglio del farsi? E allora l'ungherese?

Comune di Szentgotthard-Jakabhaza (Ungheria)
© Sputnik . Alessio Trovato
Comune di Szentgotthard-Jakabhaza (Ungheria)
Non faccio l'esempio del russo perchè la Russia non la considerano europa, pazienza, ma l'ungherese? L'ungherese è una lingua ugro-finnica, cioè di origine uralica e non ha neppure parentele con le lingue indoeuropee. L'ungerese lo considerano una lingua europea nel senso che l'Ungeria è nella UE ma sapete come diavolo me lo traduce per esempio ‘negozio di alimentari' in ungherese lo yandex translate? ‘Elelmiszerbolt'. Enoteca? ‘Borkereskedés'. Birreria artigianale ovviamente ‘kézműves sörfőzde'. "Allora ragazzi, stasera ci vediamo tutti alla kézműves sörfőzde, che dite?" Allora a quel punto era meglio la pivnaja.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

 

Tags:
Politica Italiana, Commercio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik