21:42 21 Ottobre 2018
Script software

Il software russo vola grazie agli ‘hackers’

© Foto : Pixabay CC0
Opinioni
URL abbreviato
Alessio Trovato
2191

La pubblicità si sa è l’anima del commercio, lo diceva anche Henry Ford. Solo che lui produceva automobili e le automobili servono a tutti. Se produci software gestionali non è che puoi investire enormi capitali per far conoscere a tutti prodotti che interessano solo ad una nicchia di professionisti. A meno che...

…a meno che non sei una compagnia russa di software e sono già due anni che i media di tutto il mondo non fanno altro che farti la campagna pubblicitaria assolutamente gratuita. E sì perchè la 1C è un'azienda veramente in gamba, qui in Russia detiene il monopolio dei software gestionali, la conoscono tutti, però chi si sarebbe mai aspettato, non solo di approdare al mercato americano, ma addirittura di QUADRUPLICARE le vendite nell'ultimo anno? Tutti i giorni con questa storia che gli hackers russi sono in grado di violare qualsiasi sistema di sicurezza, che possono condizionare nientemeno che le elezioni in tutto il mondo, persino quelle americane, che sono in grado anche di entrarti nel cervello e russificarti in un attimo fino a farti diventare fanatico dei ‘Ricchi e Poveri'… alla fine ci hanno creduto. Per lo meno hanno creduto che se qualcuno ci crede, o vuol farlo credere, significa che è verosimile e, se verosimile, allora vuol dire che i russi nel campo informatico sono i migliori. Il chè per altro è anche vero ma, ecco il punto, questa storia fantasmagorica degli hackers di gavetta gliene ha risparmiata parecchia a questa azienda. Insomma la 1C è una di quelle compagnie che quando dice ‘vengo dalla Russia e mi occupo di informatica' gli si aprono le acque del Mar Rosso.

Ing. Michele Brustia, Direttore 1C Italia
© Foto : M. Brustia
Ing. Michele Brustia, Direttore 1C Italia
Proprio in questo fine settimana noi di Sputnik Italia abbiamo avuto occasione di parlare con l'Ing. Michele Brustia, Direttore di 1C Italia, qui a Mosca per una conferenza di lavoro il quale, egli stesso, ci suggerisce questo simpaticissimo tema di discussione — la straordinaria forza di persuasione dei mezzi di informazione. Straordinaria nel senso anche di incontrollabile. Questa storia degli hackers ne è proprio l'esempio. L'effetto desiderato di questa immensa campagna sarebbe dovuto essere quello di produrre timori e diffidenze, l'effetto ottenuto invece è stato piuttosto quello dell'ammirazione e rispetto. Del resto sono anni che notiamo l'estrema capacità dei mezzi di informazione di condizionare il pubblico ma, allo stesso tempo, l'assoluta incapacità di condizionarlo a piacimento proprio. Cioè i media riescono sì a provocare un importate effetto sul pubblico, ma sempre più raramente quello desiderato. E la 1C quindi giustamente ne approfitta, cavalca l'onda giusta con i suoi software all'avanguardia e si prende la fetta di mercato che merita e che non mollerà più. Chi credeva che l'export russo fosse solo gas e petrolio dovrà ravvedersi e prendere atto di quante eccellenze in realtà esistano, non solo naturali, in questo caso umane.

Conferenza 1C partners meeting in Russia
© Foto : M. Brustia
Conferenza 1C partners meeting in Russia
L'Ing. Brustia intanto è atteso il prossimo 9 novembre al primo ‘partners meeting' in Italia in collaborazione con Polihub — il centro innovazioni del Politecnico di Milano. In quella occasione la 1C cercherà di individuare partners italiani con cui collaborare per la commercializzazione della propria piattaforma software e per lo sviluppo di nuovi applicativi. Insomma il lavoro non mancherà, anche perchè ad intervalli regolari c'è sempre una elezione che non va come le attese del mainstream e c'è sempre la solita scusa delle potenti forze informatiche oscure provenienti dalla Grande Madre Russia… altra pubblicità gratuita. Beati quelli della 1C!

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

USA, Microsoft: hacker russi cercano di influenzare le elezioni per il Congresso
Esperto: dopo gli USA gli “hacker russi” attaccano elezioni in Brasile e India
Usa accusano hacker russi di essere entrati nelle reti elletriche americane
Banca Centrale: quanti soldi hanno rubato gli hacker russi nel 2017
Direttore di un portale di notizie lituano denuncia attacco di hacker russi
RT: Hacker russi hanno violato il Natale (VIDEO)
Times: attacco di "hacker russi" alla rete elettrica della Gran Bretagna
Ex funzionario del Pentagono paragona “attacchi hacker russi” all'11 settembre
Washington Post: nuovo cyberattacco di "hacker russi"
USA: “hacker russi” sospettati di aver provocato crisi diplomatica tra Qatar e stati arabi
Il pesce d'aprile del dicastero diplomatico di Mosca: “offresi servizi di hacker russi”
Gli USA spiano tutti, ma il problema sono sempre gli hacker russi
Tags:
Informatica, Software, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik