14:30 19 Novembre 2018
Il premier ungherese Viktor Orban

Lega e M5S divisi solo su Orban – cioè SOLO su TUTTO

© AP Photo / Ronald Zak
Opinioni
URL abbreviato
Alessio Trovato
10220

E sì perchè chi non l’ha capita che quello che si decide oggi a Strasburgo non è solo una procedura di infrazione contro l’Ungheria ma piuttosto qualcosa dal ben più vasto significato politico? Qui non si tratta di Orban che ha fatto il cattivo e di una comunità che lo vuole riportare all’ordine, qui ci sono in gioco due differenti idee di Europa.

Facciamo però un passo indietro e cominciamo dal principio, intanto chi è Viktor Orban? Orban è il Primo Ministro dell'Ungheria ininterrottamente dal 2010. Lo era già stato anche in precedenza tra il 1998 ed il 2002. E' leader del partito Fidesz — Unione Civica Ungherese. Ha adottato delle politiche di ferma chiusura nei confronti dell'immigrazione clandestina, ha puntato i piedi contro l'Euro e la Banca Centrale Europea (è colpa/merito suo se in Ungheria c'è ancora il fiorino), ed ha intentato una campagna contro le ONG ed in particolare tutte le attività di Soros nel Paese. Infatti uno dei motivi principali per lo stato di accusa cui è sottoposto oggi dalla Commissione europea è ben riassundo dalle parole di Natasha Berthaud, portavoce della stessa Commissione, pronunciate il 19 luglio:

"La Commissione ha messo in mora l'Ungheria per via della legge e dell'emendamento costituzionale che criminalizza le attività che supportano i richiedenti asilo e che limita ulteriormente il diritto di asilo." Appunto si tratta della famosa legge chiamata ‘Stop Soros'.

George Soros
© AP Photo / Manuel Balce Ceneta
George Soros
Da lì in poi è partita la campagna mediatica per cui oggi ci spiegano che Orban mangia i bambini, è ultranazionalista, vuole distruggere l'Europa e lo stato sociale, compresi tutti i diritti civili, e insomma fatevi il segno della croce se passa dalle vostre parti. Sta di fatto però che Orban, piaccia o meno, è un signore di 55 anni già al suo quarto mandato di Governo nel suo Paese e che quando si presenta alle elezioni spacca le urne. Alle ultime il suo partito ha conquistato da solo ben 133 seggi su 199 disponibili all'intera Assemblea Nazionale. Io molti ungheresi in vita mia non ne ho conosciuti ma sono pronto a scommettere che come popolo proprio scemi non siano — se ci credono tanto in questo Orban qualche buona ragione ce la dovranno avere. E, comunque, indipendentemente da qualsiasi altra considerazione, il punto qui non è se o quanto Orban possa o non piacere a noi, il punto è — può un popolo europeo scegliersi ancora autonomamente la propria politica estera, immigratoria, civile, sociale? Oppure il tempo della sovranità nazionale in Europa è finito. Finito senza per altro che alcun popolo alla propria sovranità abbia mai democraticamente rinunciato di fatto. Non so a voi ma a me per esempio nessuno ha mai chiesto di andare a votare per decidere liberamente se volessi rinunciare alla mia sovranità nazionale italiana per avere in cambio la sovranità nazionale europea. Questo è il punto.

Viktor Orban, Primo Ministro dell'Ungheria
© REUTERS / Francois Lenoir
Viktor Orban, Primo Ministro dell'Ungheria
Ora, a quanto pare, Lega e M5S alla votazione di oggi si presenteranno disuniti. Lega con Orban contro la procedura di infrazione, M5S con la Commissione Europea contro Orban. Questa signori non è una ‘piccola' divergenza di opinioni, questa è LA DIVERGENZA assoluta che provoca di fatto una spaccatura enorme nel nostro affrontare la politica comunitaria, che diventa politica estera, che diventa politica nazionale. Perchè è così, tutto è collegato, nulla è ciò che sembra a prima vista. Oggi tocca a Orban, domani c'è già l'Alto commissario per i diritti umani nientemeno che dell'ONU, Michelle Bachelet, che ci viene a dire che in Italia ci sono troppi casi di violenza e razzismo e che ha pronta una missione esplorativa per indagare. Prova a muoverti, prova anche solo a fiatare, il ‘divide et impera' ce lo facciamo da soli, altro che sovranità e cambiamento.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Meglio Salvini e Orban dei falsi amici europei
Ungheria, Orban vince le elezioni con oltre il 49% dei voti
Europarlamento, Nigel Farage invita Orban nel gruppo della Brexit e attacca Soros
Orban: l’UE non svilupperà mai una politica comune sull’immigrazione
Tags:
Politica Italiana, UE, Ungheria, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik