12:52 19 Novembre 2018
Matteo Salvini

Matteo Salvini a Mosca: una nuova era di buone relazioni tra Italia e Russia

© REUTERS / Alessandro Bianchi
Opinioni
URL abbreviato
Eliseo Bertolasi
10432

La finale del Campionato di calcio giocata il 15 luglio a Mosca, ha rappresentato per il vice-premier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini, un’occasione favorevole per ritornare in Russia.

Nonostante in passato più di una volta si sia recato in Russia, quello attuale è il primo viaggio di Matteo Salvini nelle vesti di vice-premier del nuovo governo italiano.

Nonostante l'occasione "calcistica" e la brevità della visita Matteo Salvini, accompagnato dall'onorevole Claudio D'Amico e da Gianluca Savoini presidente dell'Associazione Lombardia-Russia, nella mattinata odierna è riuscito a gestire un'agenda densa d'impegni.

Matteo Salvini
© Foto : fornita da Eliseo Bertolasi
Cruciale, certamente, l'incontro con il collega Ministro degli Interni russo Vladimir Kolokoltsev e con i massimi vertici della sicurezza della Federazione Russa dove è stata discussa una possibile collaborazione italo-russa su tutta una serie di punti: la lotta al terrorismo islamico, il problema del rientro in Italia, in Europa e anche in Russia dei foreign fighters, spesso segnalati dalle varie polizie tra i cosiddetti migranti, l'immigrazione clandestina e il suo contrasto, anche la richiesta di un auspicabile sostegno e appoggio da parte russa delle missioni italiane nel Nord Africa, scambi per la lotta alle mafie italiana e russa, al traffico di droga e al traffico di armi. In programma, inoltre, visite già nelle prossime settimane, di dirigenti italiani in Russia e viceversa per un aumento dello scambio d'informazioni e di collaborazioni, fino a ipotizzare pattuglie miste tra uomini delle forze dell'ordine russe e italiane. 

Tuttavia, negli incontri con i vertici russi non si è parlato solo di sicurezza, ma sono state discusse tutta una serie di questioni nei riguardi delle relazioni italo-russe, dove però il governo italiano dovrà confrontarsi con le posizioni dei partner europei, soprattutto riguardo alle politiche delle sanzioni contro la Russia.

Matteo Salvini ha sottolineato come l'Italia sia il paese europeo più colpito da queste sanzioni, che ha ribadito "inutili a qualsiasi scopo" e "quantificabili in sette milioni di euro al giorno" mentre, altri paesi, quelli protagonisti della furia sanzionatoria, invece, vi abbiano guadagnato.

Ecco un breve commento di Matteo Salvini a Sputnik Italia su questa delicata tematica:

— Ministro, in agenda ritorneranno questioni importanti come l'abrogazione delle sanzioni contro la Russia uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale della Lega?

— Assolutamente! Immigrazione, commercio, sicurezza, buoni rapporti con la Russia, la questione delle sanzioni.. porteremo avanti tutto!

— E per la Crimea?

— Facciamo una cosa alla volta… questo è un fronte che, per altro, abbiamo già aperto. Sono convinto lavoreremo bene.

La visita si è conclusa con la Conferenza stampa di Matteo Salvini che in primo luogo ha voluto esprimere i suoi più sentiti complimenti: 

"Per l'organizzazione di uno dei campionati mondiali di calcio più belli, più sicuri, più giovani, più sorprendenti degli ultimi anni. Penso che la Russia abbia dato un'immagine di freschezza di sicurezza di efficienza a tutto il mondo". 

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
Matteo Salvini, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik