04:32 16 Dicembre 2018
Preparazioni alla stagione turistica a Yalta

Un architetto italiano si occuperà della rinnovazione della Crimea

© Sputnik . Konstantin Chalabov
Opinioni
URL abbreviato
Marina Tantushyan
2191

L'architetto italiano Rinaldo Vicentini ha proposto di sviluppare un piano regolatore per la città di Yalta che potrà aiutare a risolvere il problema dei trasporti.

L'architetto italiano Rinaldo Vicentini ha proposto di sviluppare un piano regolatore per la città di Yalta che potrà aiutare a risolvere il problema dei trasporti. A suo avviso, all'entrata della città sarebbe necessario creare zone speciali dove si può lasciare le macchine, senza entrare nella città.

Per un approfondimento Sputnik Italia si è rivolto direttamente all'architetto Rinaldo Vicentini.

— Architetto, perché Lei ha deciso di proporre a Yalta un piano regolatore? Che legame ha Lei con questa città?

Rinaldo Vicentini
© Foto : fornita da Rinaldo Vicentini
Rinaldo Vicentini
— Durante un incontro ufficiale nella sede Municipale di Yalta, l'attuale sindaco Aleksei Chelpanov mi ha invitato a proporre la mia visione "urbanistica sulla città". Mi è stato chiesto l'opinione sulle modalità costruttive attuali, sul ricco patrimonio edilizio storico esistente, notizie sui musei che ho visitato, sulla viabilità, sui parcheggi, sui trasporti e sulla valorizzazione del verde esistente. Poi la discussione si è focalizzata sulla realizzazione progettuale del collegamento della scalinata al mare e la realizzazione di un nuovo parco per i bambini. Tema semplice da realizzare, ma complesso nella globalità perché investe "urbanisticamente" tutto il costruito, la viabilità, i parcheggi, il verde ed il modo di convivere la città pedonale lungo il mare con le esigenze dei residenti e del traffico automobilistico. Da lì è nata la necessità di "normare il tutto" e l'idea di realizzare un nuovo Piano Regolatore. La mattina seguente siamo andati con il Sindaco, l'Architetto comunale ed altri a visitare i luoghi oggetto di progettazione. Uno dei problemi incontrati è stato la difficile convivenza delle auto con la pedonalizzazione dell'area, la mancanza dei parcheggi e la rivitalizzazione di due parchi esistenti semi-abbandonati. 

Il legame, sentimentale, affettivo che mi e ci lega alla città di Yalta è nato dalla partecipazione mia e di Marina Vorochilova, al 3° e 4° Forum Economico di Yalta del 2017 e 2018. Contemporaneamente al Forum, la vista della città di Yalta dall'alto, del suo golfo che assomiglia molto a quello di Napoli, la pace, l'aria fresca e l'incontro e la conoscenza di tantissimi nuovi amici hanno contribuito ed accresciuto l'amore per la città. Amore che si è consolidato dai quattro soggiorni a nostre spese nella città durante il periodo di un anno. Siamo rimasti affascinati dalla bellezza delle costruzioni dell'Arch. Krasnov, dai Palazzi di Livadia, Vorontsov, dalla bellezza dei parchi, dai musei di Checov, dalle vecchie case in legno, dalla passeggiata sul lungomare, dalla pulizia delle strade, dal calore della gente e dall'energia che emana nella nostra residenza temporanea del Palazzo Tavrida.

La città vista da semplici cittadini, turisti per caso, a piedi, in taxi, dall'alto dei grattacieli dalle sue costruzioni di ogni tipologia, dai parchi, dalla montagna circostante, e soprattutto dal fascino del suo lungo mare. L'aria che si respira è aria di libertà profumata dai boschi e fiori circostanti e dalla brezza del vento". 

— L'ex presidente del consiglio dei ministri, il leader di Forza Italia ha recentemente chiamato Crimea "la più bella parte della Russia". Condivide questo parere di Berlusconi?

— Condivido pienamente l'affermazione del Presidente Berlusconi, la Crimea è bella tutta. Abbiamo visitato da Simferopoli a Sebastopoli, da Sudak a Balaclava, per non dimenticare le zone collinari ed agricole di Bakhchisaray con le coltivazioni della vite, delle fragole e della lavanda di Crimea.

— Secondo la stampa, Lei si occuperà maggiormente del problema dei trasporti. Cerchiamo di entrare nel merito. Come esattamente vorrebbe migliorare la città di Yalta dal punto di vista architettonico? 

— Con l'apertura del nuovo ponte di Crimea, arriveranno moltissime persone in auto, nuovi turisti dalla Russia e questo sarà un grosso problema anche per Yalta, dove mancano parcheggi a ridosso del centro storico e spazio soprattutto per realizzarli. Bisognerà sacrificare alcune costruzioni fatiscenti per la realizzazione di parcheggi anche interrati a nord, collegandoli con passaggi pedonali al mare. Questo problema si relaziona con la viabilità e le strette strade d'accesso al mare. Bisognerà approfondire la conoscenza dei flussi di traffico.

Dal punto di vista architettonico Yalta presente quattro momenti costruttivi anche in epoca diversa:

  1. Le costruzioni storiche e le case singole progettate dell'Architetto Krasnov, ancora esistenti
  2. Le superfetazioni ed aggiunte sulle costruzioni senza autorizzazione alcuna
  3. Le costruzioni popolari intorno alla città
  4. Le recenti e nuove costruzioni "a torre multipiano"

Le soluzioni architettoniche non sono di semplice soluzione.

Yalta
© Sputnik . Konstantin Chalabov
Yalta

Analizzando il punto uno e due delle costruzioni storiche e le superfetazioni, bisognerebbe incentivare con aiuti anche statali il restauro ed il riuso architettonico di questi bellissimi palazzi. E l'eliminazione e demolizione delle superfetazioni è obbligatorio se non indispensabile. 

Mentre, per quanto riguarda il punto tre, bisognerebbe gradualmente mettere a norma, sia dal punto di vista costruttivo ed energetico, sostituendo gran parte delle case popolari esistenti prive di ogni confort e standard abitativo.

Le nuove e più recenti costruzioni "a torre" fanno parte "purtroppo" del patrimonio consolidato. Alcuni condomini visitati, sia in centro che sulla collina sovrastante la città, sono di dubbio gusto, prive di isolamento delle vetrate e mancano delle più elementari barriere architettoniche.

— Ha affrontato qualche problema oppure ostacolo durante la stesura del piano?

— Per realizzare il progetto di massima da sottoporre all'attenzione degli amministratori ed alla città, per il momento ho trovato piena collaborazione con gli uffici comunali di Yalta. Una cosa a mio avviso, importante ed utile, sarebbe la digitalizzazione 3D della città, come strumento di controllo ed aiuto alla progettazione.

— Quando pensa di realizzare il progetto? È stato già approvato dalle autorità crimeane?

— A prima bozza del progetto del parco è pronto da inviare all'Amministrazione entro l'inizio della prossima settimana. Per la presentazione l'approvazione secondo il nostro Piano di Lavoro sarà entro il mese di luglio 2018.

— Il 15 maggio il presidente russo Vladimir Putin ha inaugurato il ponte che collega la Russia alla Crimea, progetto ad altissimo valore simbolico, oltre che vitale in termini di collegamenti per la penisola. Come valuta questa nuova struttura?

— La nuova e meravigliosa struttura del nuovo ponte di Crimea era un'opera strategica indispensabile per collegare la Crimea alla Russia. Il ponte è stato realizzato in tempi velocissimi, come pure il nuovo Aeroporto di Simferopoli e le autostrade che collegheranno Simferopoli a Sebastopoli. Adesso si sta' completando il ponte ferroviario che potrebbe essere utilissimo, sia per il turismo che per il trasporto delle merci.

— L'Ue e gli Stai Uniti hanno messo nella lista delle sanzioni società e personalità coinvolte nella costruzione del ponte. Cosa ne pensa? E Lei non ha paura delle sanzioni?

— Io non ho nessun timore, paura delle sanzioni. La maggioranza degli italiani sono contrari alle sanzioni contro la Russia e favorevoli a costringere il governo italiano ad eliminarle. Le sanzioni hanno portato al Nord-Est, nelle regioni di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, danni immani al settore agricolo, lattiero caseario e tecnologico. Basta sanzioni contro la Russia, sono contro il popolo italiano e contro la libertà e la democrazia. 

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Oltre 100 mila veicoli hanno attraversato il ponte in Crimea questa settimana
Deputato parlamento ucraino: ponte di Crimea diventerà "ucraino"
Poroshenko annuncia status della Crimea in costituzione ucraina
Tags:
Architettura, Trasporti, Yalta, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik