19:51 23 Ottobre 2018
Conferenza stampa sui risultati del progetto Stagioni Russe

“Italia è una superpotenza culturale”: 100 giorni delle Stagioni Russe in Italia

© Sputnik . Alessandro Naselli
Opinioni
URL abbreviato
Alessandro Naselli
3134

Oggi presso il centro mediatico di Rossiya Segodnya si è tenuta una conferenza stampa per illustrare i risultati del progetto Stagioni Russe.

Madonna di Kazan, una delle più celebri icone russe
© Sputnik . Сергей Кузнецов
Oggi presso il centro mediatico di Rossiya Segodnya si è tenuta una conferenza stampa per illustrare i risultati del progetto Stagioni Russe. Tra i partecipanti alla conferenza il Ministro Consigliere all'ambasciata italiana Michele Tommasi, il vice ministro della cultura russo Aleksandr Zhuravsky, Olga Strada direttrice del Centro culturale italiano e Zelfira Tregulova, direttrice della galleria Tretyakov.

Lunedì 16 aprile presso il centro mediatico di Rossiya Segodnya a Mosca si è tenuta una conferenza stampa in occasione dei 100 giorni del progetto culturale delle Stagioni Russe.

Durante la conferenza i partecipanti hanno discusso dei risultati e dell'accoglienza da parte del pubblico italiano del Festival delle Stagioni Russe, che a detta loro è stata molto positiva. Inoltre il vice ministro della cultura russo Aleksandr Zhuravsky ha annunciato che l'anno prossimo il festival si svolgerà in Germania.

In occasione dei 100 giorni delle Stagioni Russe in Italia Sputnik ha intervistato il Ministro Consigliere all'ambasciata italiana a Mosca Michele Tommasi:

— L'attuale situazione delle relazioni politiche tra Italia e Russia ha influito in qualche maniera nell'organizzazione dell'evento?

Michele Tommasi, ministro Consigliere all'ambasciata italiana a Mosca
© Sputnik . Alessandro Naselli
Michele Tommasi, ministro Consigliere all'ambasciata italiana a Mosca

— No, penso che quando i rapporti tra due stati sono ottimi da tutti i punti di vista, come i rapporti tra l'Italia e la Russia, quando i rapporti sono eccellenti dal punto di vista economico, commerciale e politico, è assolutamente naturale che ci siano anche delle manifestazioni culturali congiunte russe in Italia, e italiane in Russia. 

Questa non è una novità, c'è sempre stato un legame fortissimo dal punto di vista culturale che risale già all'800. Quindi con queste attività, le Stagioni Russe, non facciamo altro che confermare un interesse reciproco per la cultura e la storia russa, una grande vicinanza tra i nostri due popoli e una grande amicizia.

— In virtù del progetto culturale delle Stagioni Russe, l'ambasciata italiana prevede di realizzare, accanto agli eventi già in corso, un progetto organico come le Stagioni Italiane in Russia?

— Lo ritengo sicuramente possibile. Si deve considerare che noi organizziamo una quantità comunque enorme di eventi culturali. Non abbiamo bisogno di una cornice istituzionale come le "stagioni italiane" in Russia perché ogni anno c'è un ricchissimo programma delle attività culturali italiane. Questo inoltre è un anno particolare perché l'Italia sarà un paese ospite al Forum Culturale di San Pietroburgo e quindi ci saranno una serie di manifestazioni che culmineranno con la nostra partecipazione a questo forum. Quindi potrei dire che già oggi c'è una certa reciprocità tra le Stagioni Russe e i nostri eventi in Russia.

L'Italia è sempre presente in modo massiccio sulla scena culturale russa e, onestamente, molto più presente di qualsiasi altro paese al mondo. Non ci sono dubbi a questo riguardo, l'Italia è una superpotenza culturale, e la Russia è uno dei nostri più grandi obiettivi.Le Stagioni Russe è un festival culturale eclettico dell'arte russa patrocinato dal Governo della Federazione russa e varato sotto la supervisione del Ministero della Cultura russo. Il progetto culturale porta in Italia i grandi rappresentanti della cultura russa, come il museo Ermitage, i teatri Marinsky e Bolshoy nonché le orchestre filarmoniche di Mosca e San Pietroburgo. L'evento si è svolto per la prima volta nel 2017 in Giappone, ottenendo un grande successo. Il festival ha avuto inizio con una cerimonia di apertura il 14 gennaio presso l'Accademia di Santa Cecilia a Roma e si protrarrà per tutto il 2018 in tutta Italia.  

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
cultura, Forum culturale internazionale di San Pietroburgo, Stagioni Russe, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik