22:07 18 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 21°C
    L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko

    Sindaco di Vagli Sotto: “Vicino al monumento di Prokhorenko ci sarà la statua di Putin”

    © Foto: Comune di Vagli Sotto
    Opinioni
    URL abbreviato
    Marina Tantushyan
    172443491

    Domenica 6 agosto, presso il "Parco dell’Onore e del Disonore" a Vagli Sotto (Lucca) alla presenza dei diplomati russi è stata inaugurata con gli onori militari una statua marmorea al soldato russo dei servizi speciali, Alexander Prokhorenko, conosciuto come “l’eroe di Palmira”.

    Accerchiato in Siria nella città di Palmira, Prokhorenko ordinò i suoi aerei di bombardare la sua posizione per non finire catturato dal califfato islamico e torturato per rilevare segreti militari.

    Per maggiori dettagli Sputnik Italia ha raggiunto il primo cittadino di Vagli Sotto, Marco Puglia.

    — Sindaco, cosa simbolizza per Lei l'eroe di Palmira che pur di non cadere nelle mani del ISIS ha preferito farsi uccidere dal fuoco amico, dicendo "Sono ovunque, non voglio che mi prendano, faranno di me ogni cosa. Vi prego, fatemi morire con dignità"?

    — Io sono veramente commosso da queste sue parole e ancora più contento di avere eretto questa statua al giovanissimo soldato russo Alexander Prokhorenko che ha sacrificato la sua vita per tutto il mondo. Io sono un ex militare e vorrei sottolineare che Prokhorenko ha fatto questo gesto non solamente per farsi uccidere, perché lui poteva tentare anche di salvarsi, però al sicuro aveva delle documentazioni riservati che sarebbero rimaste nelle mani dell'ISIS. Per evitare questo Prokhorenko ha invece preferito far saltare tutta la sua postazione e farla bombardare dagli elicotteri e aerei russi…

    — Com'è stata accolta questa iniziativa dagli abitanti di Vagli Sotto? Conoscono l'atto di eroismo di Prokhorenko? 

    — Questa iniziativa è stata percepita con grande entusiasmo non solo dagli abitanti del nostro comune ma da tutta l'Italia. Alla cerimonia di inaugurazione sono venuti anche i sindaci dal paese vicino a Torino, sono venuti persone da Roma, dalle regioni italiane del sud. In pratica c'era presente l'Italia intera. C'avevamo un comandante della brigata alpina, un generale, un ammiraglio e poi siamo rimasti molto soddisfatti con il modo in cui abbiamo trattato con l'Ambasciata russa a Roma e con il commovente l'addetto militare. Tante persone durante questa inaugurazione non hanno trattenute le lacrime.

    Noi francamente pensavamo che questa iniziativa non uscisse mai dai confini del nostro comune, però la notizia dell'inaugurazione è stata portata non solo in tutta l'Italia ma anche in tutta la Russia ed è stata tramessa dai principali reti televisivi russi. Per noi questo è una grossissima cosa!

    — Comunque sui principali media europei e italiani si parla poco delle operazioni e dei successi delle forze russe contro l'ISIS. Perché nell'Occidente gli eroi russi sono cosi sottovalutati?

    — Con tutto il rispetto nei confronti di tutti di capi di stato europei, io dico che l'unico popolo e l'unico presidente che al momento fa qualcosa e ha dimostrato con i fatti, sacrificando le vite dei propri soldati, è Vladimir Putin. Ora Putin è visto da noi, ma credo anche da tutto il mondo, come il capo che veramente sa fare, un uomo del fare. Io vi dico francamente, ora noi vediamo Putin come uomo che si fa rispettare nel mondo e come l'unico che per salvare tutta l'umanità con coraggio è andato contro questi tagliagoli dell'ISIS. Per questo noi siamo molto grati al popolo russo, anche agli altri ragazzi, che forse non sono eroi come Alexander Prokhorenko, ma tutti i giorni muoiono in silenzio in campi di battaglia in Siria e nelle altre parti del mondo per debellare questo male che si chiama l'ISIS.

    • L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      © Foto: Comune di Vagli Sotto
    • L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      Comune di Vagli Sotto
    • L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko
      © Foto: Comune di Vagli Sotto
    1 / 3
    © Foto: Comune di Vagli Sotto
    L'inaugurazione del monumento dedicato a Alexander Prokhorenko

    — Da chi è stata realizzata questa statua? Qual è il suo valore artistico e simbolico?

    — Qui a Vagli Sotto noi abbiamo i cavi del marmo calacatta che è conosciuto nel mondo perché la sala Nervi di Roma al palazzo dell'ONU è stata realizzata da questo materiale. Per noi questa statua non ha il prezzo. Una grande azienda di Vagli Sotto, che commercia in tutto il mondo, Cooperativa Apuana Vagli, ha fornito il blocco del marmo perché quella statua è venuta fuori da un blocco intero che ha un valore di oltre 100 mila euro. Il monumento del soldato è stato realizzato dal budget dell'amministrazione comunale, tranne questo blocco che è stato donato dalla cooperativa. La statua è stata creata da un scultore Marc Levet che ha lavorato per sei mesi e, come vedete dalle foto, Levet ha riuscito ad ergere una statua viva ed espressiva del soldato che abbiamo voluto posizionare al centro sul ponte più scenografico che ci possa essere qui in Italia — è un ponte che noi abbiamo realizzato anno scorso, che attraversa un largo meraviglioso. Abbiamo voluto metterla all'ingresso del Parco dell'Onore perché per noi questo ragazzo rappresenta il riscatto dell'onore nel mondo.

    — Nel "Parco dell'Onore e del Disonore" di Vagli l'onore rappresenta Alexander Prokhorenko e Fabrizio Quattrocchi, guardia militare rapito ed ucciso in Iraq, e il disonore invece simbolizza l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino con orecchi da coniglio. Lei ha annunciato l'idea di piazzare nel parco anche una statua del presidente statunitense. Dove pensa di posizionarla, nella parte dell'onore o quella del disonore? 

    — La statua del presidente americano non è ancora pronta però nella parte dell'onore non ce la mettiamo. La mettiamo in una via di mezzo perché il presidente Trump, come il presidente Putin, sono i capi di stato, che insieme al presidente cinese, dirigono il bene o il male del tutto il mondo. Se il presidente Trump si comporterà in maniera in cui si è comportato il presidente Putin, potremo anche spostarla ma mai in Parco dell'Onore perché questo parco è stato creato solo per gli eroi. Se invece il presidente Trump, non si dovesse comportare bene, lui viene messo in Parco del Disonore e lo sanno benissimo anche nell'Ambasciata americana. Per adesso Donald Trump non ha ancora il suo posto…

    A questo proposito vorrei fare un annuncio importante in anteprima mondiale. Ieri sera il consiglio comunale di Vagli Sotto si è riunito e ha deciso di mettere nel Parco dell'Onore, vicino al soldato russo Alexander Prokhorenko, la statua del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin che, al nostro avviso, deve rimanere nella storia perché Prokhorenko ha fatto questo atto di eroismo per ordine del suo capo maggiore che è Putin.

    L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

    Correlati:

    Italia stima perdite dovute a embargo alimentare russo
    Al via l’Università d’Estate in Intelligence, la prima in Italia
    San Pietroburgo: trovato motocicletta rubata cinque anni fa in Italia
    Tags:
    Monumento, relazioni Italia-Russia, Toscana, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik