21:20 23 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca-4°C
    Deporre fiori sulle tombe di combattenti italiani è un reato? Cercare di mettere una pezza sul disastro diplomatico ed economico fatto dai governanti  può essere definito un crimine?

    La destra vincente e le relazioni con la Russia

    © Sputnik. Алексей Дружинин
    Opinioni
    URL abbreviato
    Tatiana Santi
    251852345

    L’Unione Europea ha prolungato nuovamente le sanzioni contro Mosca. Nel frattempo in Italia alle elezioni comunali vittoria per il centrodestra e flop per il Partito Democratico. La destra vincente e le relazioni con la Russia.

    I risultati ottenuti dal centrodestra alle comunali sono indubbiamente ottimi, dopo il successo alle elezioni però trapelano tensioni fra la Lega e Fratelli d'Italia da una parte, Forza Italia dall'altra. Che nuova coalizione di centrodestra si sta profilando?

    L'importanza del dialogo con la Russia e la condanna delle sanzioni contro Mosca è un punto in comune ai diversi partiti di destra. Per fare il punto sulle recenti elezioni comunali e i rapporti con la Russia, Sputnik Italia ha raggiunto l'onorevole Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato.

    — Onorevole Gasparri, potrebbe commentarci il successo del centrodestra alle elezioni comunali?

    — Il centrodestra ha avuto un ottimo esito elettorale, perché si è presentato unito, perché spesso è una forza di opposizione nelle varie città. L'elettorato è molto nervoso, chiede cambiamenti e generalmente favorisce chi è all'opposizione. Abbiamo scelto dei buoni candidati e abbiamo realizzato una coalizione molto larga dalle fasce più moderate fino alla Lega. Forza Italia è stata il perno e il collante che ha tenuto unito questo schieramento.

    — Secondo lei quindi il centrodestra oggi è veramente unito nonostante le tensioni fra la Lega e Forza Italia?

    — Il dato di fatto è il risultato elettorale. Di tanto in tanto ci sono un po'di discussioni e ambizioni a volte eccessive di Matteo Salvini, però alla prova dei fatti abbiamo presentato una coalizione unita, ma anche allargata a molte aree e gruppi di centro. Salvini fa finta di non vederlo, ma a Monza, a Sesto San Giovanni, in tutta la Lombardia e in Liguria c'erano anche esponenti di liste civiche o di piccoli partiti di centro, che si sono uniti alla coalizione di centrodestra. Questi sono i fatti, a volte ovviamente ci sono discussioni e ambizioni, il risultato però è sotto gli occhi di tutti. Chi lavora per dividere sbaglia.

    — L'Unione europea ha prolungato di altri sei mesi le sanzioni contro la Russia. Qual è il suo punto di vista in merito?

    — Sono degli idioti, quelli che prorogano le sanzioni alla Russia. Si tratta di idiozia allo stato puro, autolesionismo. Gentiloni è un irresponsabile, un vile, perché dice che le sanzioni vanno superate, ma poi le condivide. Gentiloni è un uomo che contrasta gli interessi dell'Italia, dei nostri produttori, attenta la coesione internazionale, offende la Russia, di cui i meriti nella lotta al fondamentalismo internazionale sono sotto gli occhi di tutti.

    — Qual è la posizione di Forza Italia sulla questione della Crimea?

    — Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, ha incontrato Putin tempo fa in Crimea. La nostra posizione è che c'è stato un referendum, che la Crimea è da sempre un'area di influenza e di controllo della Russia, non da oggi. La nostra risposta è il colloquio di amicizia fra Putin e Berlusconi che avvenne proprio in Crimea.

    — Forza Italia quale politica ha intenzione di condurre nei confronti della Russia?

    — Una politica di amicizia con la Russia e Vladimir Putin, una politica di apprezzamento per il coraggio e la forza con cui Putin ha affrontato la lotta al terrorismo. Si tratta di un'azione diretta, efficace contro lo Stato Islamico e il fondamentalismo. Silvio Berlusconi ha sempre detto che Vladimir Putin è uno dei suoi migliori amici con il quale ha coltivato un dialogo e una collaborazione, sia quando è stato alla guida del governo italiano sia quando non era al governo. Berlusconi è tuttora uno degli esponenti più significativi delle istituzioni, del mondo politico e della società italiana.

    La Russia di Putin è un baluardo contro il fondamentalismo e il terrorismo. Chi decide sanzioni contro la Russia è un idiota, un mascalzone. La posizione di Forza Italia e di Berlusconi è che la cooperazione internazionale tenga conto del ruolo prezioso della Russia di Putin, del suo coraggio e del suo intervento. Forza Italia esprime biasimo per coloro che ostacolano questo dialogo, noi condanniamo le sanzioni, che sono veramente una misura odiosa e sbagliata.

    L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

    Correlati:

    Gentiloni: ottimi i rapporti tra Italia e Russia
    Putin: 28% di crescita del fatturato commerciale tra Russia e Italia
    Tags:
    Sanzioni contro la Russia, Riunificazione della Crimea alla Russia, Lega Nord, Forza Italia, partito Democratico, Vladimir Putin, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik